Atp 250 Stoccarda, Berrettini trionfa ancora sull’erba tedesca. Murray si arrende

0

Matteo Berrettini è il campione dell’ATP 250 di Stoccarda. Nell’ultimo atto sull’erba tedesca, l’azzurro ha battuto in tre set Andy Murray, conquistando il suo sesto titolo (il secondo in Germania) a livello ATP, quello che gli consente di agganciare Paolo Bertolucci al terzo posto nella classifica degli italiani più vincenti nell’Era Open.

Berrettini batte Murray 6-4; 5-7; 6-3

È stata una partita intensa, estremamente tirata, in cui ha avuto la meglio il giocatore che più ha approfittato delle defaillance dell’avversario al servizio. 6-4 5-7 6-3 il punteggio finale maturato in oltre due ore e mezza di gioco (2 h e 35 minuti). Ecco come è andata in sintesi.

La partita

I primi due game del match sono stati contrassegnati da un fase di studio. Poi Berrettini ha alzato il ritmo centrando il break nel terzo gioco. Splendida la risposta dell’azzurro, ma anche la successiva chiusura di dritto, nel punto decisivo per il 2-1. Subito dopo, Murray ha avuto tre chance consecutive per controbreakkare, ma il romano è riuscito a confermare l’allungo sfoderando diverse ottime prime di servizio. In definitiva,  Berrettini si è preso il parziale d’apertura della sfida con un 6-4 a suon di cannonate e buone sortite a rete (nel secondo set molto peggio sotto questo aspetto).

Al rientro in campo la battaglia è proseguita, con entrambi i giocatori estremamente solidi al servizio. Le prime due palle break sono arrivate nel nono game, in favore dell’italiano, complici svariati errori di Murray (uno clamoroso a rete). Il britannico, però, si è salvato con grande freddezza e grinta. Il gioco decisivo, alla fine, è stato il dodicesimo, con Berrettini che ha offerto tre set point di fila al nativo di Glasgow e con quest’ultimo che ne ha approfittato portandosi in parità: 7-5.

La reazione di Berrettini

Incassato il colpo, è arrivata all’istante la reazione dell’azzurro, che ha piazzato il break nel primo game dell’atto cruciale. Successivamente Murray ha accusato un problema all’anca (il solito) e richiesto un time out medico, mostrandosi molto sofferente nel corso di tutto il prosieguo del confronto. Per Matteo non è stato difficile amministrare il vantaggio e ottenere la vittoria (6-3).

Si tratta di un successo straordinario per Berrettini, il quale è tornato a giocare nel circuito proprio a Stoccarda dopo uno stop di quasi tre mesi a causa di un’operazione alla mano destra. Il numero uno azzurro, lo ricordiamo, sarà protagonista la prossima settimana sul verde del Queen’s di Londra.

Le statistiche del match di Berrettini

Ace: 19
Doppi falli: 3
Percentuale prima di servizio: 64%
Percentuale punti prima di servizio: 81%
Percentuale punti seconda di servizio: 57%
Palle break salvate/concesse: 4/5
Punti vinti in risposta alla prima: 33%
Punti vinti in risposta alla seconda: 40%
Palle break vinte: 3/10
Punti vinti al servizio: 72%
Punti vinti in risposta: 35%

Le statistiche del match di Murray

Ace: 7
Doppi falli: 2
Percentuale prima di servizio: 70%
Percentuale punti prima di servizio: 67%
Percentuale punti seconda di servizio: 60%
Palle break salvate/concesse: 7/10
Punti vinti in risposta alla prima: 19%
Punti vinti in risposta alla seconda: 43%
Palle break vinte: 1/5
Punti vinti al servizio: 65%
Punti vinti in risposta: 28%

Share.

Leave A Reply