Coco Gauff ha centrato un nuovo record di precocità, a San José

0

L’abbiamo vista per la prima volta qualche anno fa, quando aveva stupito tutti a Wimbledon sconfiggendo Venus Williams ad appena 15 anni. Tre stagioni dopo, Coco Gauff è la numero 11 del mondo e si appresta a giocare il quattordicesimo quarto di finale in carriera.

Solo in quattro meglio di lei

Coco Gauff, nonostante non abbia ancora vinto nessun titolo, sta vivendo un grande 2022. La giovane americana è arrivata per la prima volta in carriera in finale al Roland Garros (sconfitta da Iga Swiatek) e sta migliorando sempre di più il proprio gioco.

Grazie alla grande vittoria di giovedì contro Naomi Osaka al Wta500 di San José, ha raggiunto il quattordicesimo quarto di finale della propria carriera. Coco è così diventata la quinta tennista più giovane a raggiungere questo risultato dal 2000 in poi. Prima di lei ci sono riuscite Nicole Vaidisova, Maria Sharapova, Kim Clijsters e Tatiana Golovin.

Tornando alla partita, queste le parole della Gauff nell’intervista a bordocampo.

Sul 51 0-40 ero convinta di avercela fatta. È molto raro che qualcuno recuperi per due volte dallo 0-40, ma stiamo parlando di Naomi. Ci ha mostrato quanta voglia di lottare c’è in lei. Avrebbe potuto benissimo gettare la spugna, ma non l’ha fatto.

Credo di essere migliorata in ogni aspetto e oggi l’ho dimostrato. Sapevo che con Naomi sarebbe stato complicato. Credo che abbia uno dei migliori giochi da fondocampo. Quando gioco con lei, so che se porto la partita a continui scambi dal fondo finisco col perdere.

Penso di aver giocato bene oggi e di aver vinto molti più scambi lunghi di lei. Questo dimostra i miei miglioramenti. Nelle ultime tre settimane sono stata molto in campo e vedo che i risultati stanno dando ragione al duro lavoro”.

Share.

Leave A Reply