Draper, sorpresa o conferma? Piegato Tsitsipas, può entrare in rotta di collisione con Sinner

0

Le prime giornate di Rogers Cup ci hanno regalato numerose sorprese. Una di queste, di certo, è stata la bella vittoria di Jack Draper su Stefanos Tsitsipas stanotte. Il giovane britannico, reduce dalle qualificazioni e dal successo all’esordio su Hugo Gaston, ha superato la seconda testa di serie del torneo per 7-5 7-6 guadagnandosi gli ottavi di finale.

Per il classe 2001 nativo di Sutton si tratta della prima affermazione in carriera su un top-10. Un altro risultato altisonante dopo la semifinale a Eastbourne e il record mondiale fatto registrare trionfando in quattro Chellenger nei tre mesi che aprono la stagione. E ora, dove può arrivare?

Jack Draper, dove può arrivare a Montreal?

Draper è giunto in Canada da numero 82 al mondo, probabilmente senza troppa convinzione o pressione. “La scorsa settimana, io e il mio coach non sapevamo neanche se saremmo venuti qui”, ha detto a margine della vittoria, come riferisce il Daily Mail. E invece, Jack non solo ha partecipato al torneo, ma è anche già certo che, grazie alle quattro vittorie inanellate sul cemento nordamericano, da lunedì prossimo si troverà abbastanza più in alto nel ranking.

Prossimo step, Gael Monfils

Il prossimo step per Draper porta il nome di Gael Monfils, vecchio lupo del circuito che un tempo sarebbe stato incluso nel novero dei favoriti. Oggi, però, la situazione è ben diversa. Il trentacinquenne francese, complice diversi problemi fisici, sta giocando con poca continuità e non sembra un ostacolo insormontabile per il rampante britannico. Tanto è vero che i bookmakers li quotano quasi alla pari.

Possibile occasione di rivincita per Sinner

Nelle prime ore di domani, subito dopo l’incontro tra Draper e Monfils, andrà in scena una sfida che ci riguarda molto da vicino. Ovvero Jannik Sinner vs Pablo Carreno-Busta. In realtà, il big match tra l’altoatesino e l’iberico giustiziere di Berrettini riguarda da vicino anche il buon Jack: se riuscirà ad avere la meglio sul transalpino, infatti, il britannico se la vedrà con il vincente del confronto italo-spagnolo.

C’è dunque la possibilità che in terra canadese l’azzurro possa cercare di riscattare la brutta sconfitta rimediata con Draper al Queen’s di Londra nel giugno 2021.

Cemento, cemento indoor e… ancora cemento

Guardando oltre Montreal, non si può non considerare un fattore che potrebbe velocizzare l’ascesa di Draper: di qui fino all’inizio della stagione sulla terra battuta nel 2023 si giocherà sempre sul cemento. Il tennis di Jack è estremamente devastante su tale tipologia di superficie, soprattutto in condizioni indoor. Non sarebbe quindi una grande sorpresa se tra qualche mese lo vedessimo tra le primissime posizioni della classifica mondiale.

>>> Dove vedere il Masters 1000 di Montreal e il Wta 1000 di Toronto di tv e streaming

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply