L’Australian Open sarà il primo evento sportivo internazionale sensoriale inclusivo
L

L’Australian Open 2023 sarà il primo evento sportivo internazionale sensoriale inclusivo. Lo ha annunciato KultureCity, un’organizzazione no-profit che forma il personale e certifica i luoghi come «inclusivi» per gli utenti con disabilità apparenti e non (ADHD, autismo, ansia, epilessia, perdita dell’udito).

australian open
Foto Instagram Australian Open

KultureCity offre angoli sensoriali e stanze progettate per ospiti neurodivergenti che durante l’evento potrebbero aver bisogno di una tregua. Il personale dell’Australian Open sarà addestrato e metterà a disposizione dei fan delle borse sensoriali (comprensive di cuffie) da portare a casa, ma ci sarà anche una stanza sensoriale in loco.

Negli ultimi dieci anni, KultureCity ha contribuito a rendere sensoriali inclusivi oltre 1.200 luoghi, tra cui il Super Bowl e il Pro Bowl della NFL, l’All-Star Game e le World Series della MLB, l’NBA All-Star Game. Ora tocca all’Australian Open.

“Sono molto onorato di vedere KultureCity portare l’inclusione sensoriale ai principali eventi sportivi in Australia”, ha dichiarato Renae Ingles, ex star australiana del netball e moglie dell’attaccante/guardia dei Milwaukee Bucks Joe Ingles. “L’Australian Open è un evento iconico e sono così felice che più persone e famiglie si sentiranno al sicuro e a proprio agio a parteciparvi“.

Gli Ingles, che hanno un figlio autistico, sono entrambi nel consiglio di KultureCity. Il presidente del consiglio di KultureCity è il Basketball Hall of Famer, nonché capocannoniere di tutti i tempi degli Atlanta Hawks, Dominique Wilkins. Il consiglio annovera tra le proprie fila anche gli attori Jae Suh, Randall Park e Simu Liu e il cantautore vincitore del Grammy Award Jason Isbell.

>> I dieci migliori grip per le vostre racchette

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Articoli correlati

spot_img