spot_img
spot_img

Messico, Spagna, Argentina: come e dove nasce (e cresce) il gioco del padel
M

Il gioco del padel è nato quasi per caso. E’ stato ideato dal messicano Enrique Corcuera che nel 1969, voleva costruire un campo di paddle – gioco americano nato nel 1898 – nel giardino della sua casa di Las Brisas. Nello spazio che aveva a disposizione, però, era presente un muro di tre metri in corrispondenza di una delle due zone di fondo campo.

Questo non lo demoralizzò e scelse di procedere comunque con i lavori: costruì un altro muro di tre metri dalla parte opposta del campo e due barriere più basse ai lati. E così l’ostacolo diventò una possibilità.

Introdusse una nuova regola rispetto al paddle: i rimbalzi della pallina sulle pareti dovevano considerarsi validi. Il padel (o paddle-Corcuera), quindi, altro non è che una versione alternativa del paddle.

Il gioco del padel importato in Spagna

La diffusione fu quasi immediata nel mondo latino. La moglie di Corcuera scrisse le regole del nuovo gioco, regole che ancora oggi sono il cuore del padel. Poi nel 1974 il messicano ricevette la visita dell’amico di famiglia Alfonso de Hohenlohe. Questo padel gli piacque talmente tanto che decise di clonarlo e importarlo in Spagna. I primi campi furono costruiti presso il Marbella Club.

Dalla Spagna all’Argentina

Nel 1975 è la volta del miliardario Julio Menditequi che vide giocare questo nuovo gioco a Malaga. Contagiato dalla passione per il padel da Alfonso de Hohenlohe, importò a sua volta il padel in Argentina, paese che sarebbe ben presto diventato uno dei più importanti nella scena internazionale della disciplina, con cinque milioni di giocatori e cinquanta mila campi.

La differenza di diffusione tra Spagna e Argentina è data dal fatto che agli albori nel paese iberico il padel era un gioco praticato solo dalla borghesia, mentre nel paese sudamericano fin da subito fu un gioco per tutti.

>> Le dieci migliori racchette da Padel in circolazione, marca per marca

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

2 Commenti

  1. O software de monitoramento de telefones celulares CellSpy é uma ferramenta muito segura e completa, é a melhor escolha para o monitoramento eficaz de telefones celulares. O aplicativo pode monitorar vários tipos de mensagens, como SMS, e-mail e aplicativos de bate-papo de mensagens instantâneas, como Snapchat, Facebook, Viber e Skype. Você pode visualizar todo o conteúdo do dispositivo de destino: localização GPS, fotos, vídeos e histórico de navegação, entrada de teclado, etc. https://www.xtmove.com/pt/how-to-see-what-someone-is-doing-on-their-phone-without-them-knowing/

  2. Qualche mese fa, io e i miei amici abbiamo deciso di fare un viaggio indimenticabile attraverso l’Italia scegliendo un viaggio on the road. Abbiamo scelto questa opzione per avere il pieno controllo delle nostre avventure e un programma libero che ci permettesse di visitare anche luoghi lontani dai comuni itinerari turistici.
    Per un viaggio confortevole, abbiamo deciso di noleggiare un’auto a 7 posti. L’abbiamo scelta su questo sito https://rental24h.com/it/italy/group/7-seater e l’abbiamo prenotata senza problemi. Girando l’Italia in auto, abbiamo goduto della libertà di scelta e della possibilità di fermarci in qualsiasi luogo di interesse, il che ha reso il nostro viaggio unico e incredibilmente avventuroso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img