spot_img
spot_img

Ranking Atp: le prospettive di Sinner e i balzi di Darderi, Nardi e Fognini
R

Come ogni lunedì (o quasi), l’Atp ha reso nota la classifica mondiale aggiornata sulla base dei risultati ottenuti dai giocatori nell’ultimo anno. Quella di oggi, lunedì 13 novembre 2023, è una graduatoria che offre spunti interessanti per l’Italtennis, che vede viaggiare a gonfie vele parecchi dei suoi rappresentanti. Facciamo il punto della situazione partendo dalla top-10.

Ranking Atp, la situazione della top-10

Vienna, Sinner si prende la rivincita con Shelton e si regala il derby con Sonego
Foto Atp Tour

La top-10 aggiornata del ranking Atp presenta poche variazioni, come prevedibile, visto che la scorsa settimana si sono giocati tornei relativamente minori – i 250 di Sofia e Metz – e che le Finals di Torino sono appena iniziate.

Le uniche variazioni riguardano Alexander Zverev (+1), Holger Rune (+1) ed Hubert Hurkacz (+2), saliti rispettivamente in settima, ottava e nona posizione ai danni di Taylor Fritz (10; -1) e Casper Ruud (11), uscito dal novero dei primi dieci proprio per far spazio al ritorno del polacco.

Venendo ai vertici, in prima posizione c’è sempre Novak Djokovic che, grazie al successo all’esordio nel capoluogo piemontese, è matematicamente certo di chiudere l’anno in vetta per l’ottava volta in carriera. Un record che Carlos Alcaraz, secondo classificato, non potrà scalfire nemmeno vincendo il cosiddetto “Tornei dei Maestri”. Destinati a restare stabili, a prescindere ai risultati conseguiti alle Finals, anche Daniil Medvedev e Jannik Sinner, in terza e quarta piazza. Mentre a seguire troviamo Andrey Rublev e Stefanos Tsitsipas. Di seguito il quadro completo della top-10.

  1. Novak Djokovic 9945
  2. Carlos Alcaraz 8455
  3. Daniil Medvedev 7200
  4. Jannik Sinner 5490
  5. Andrey Rublev 4805
  6. Stefanos Tsitsipas 4235
  7. Alexander Zverev 3585
  8. Holger Rune 3460
  9. Hubert Hurkacz 3245
  10. Taylor Fritz 3100

Focus su Sinner – Come dicevamo, il numero uno nostrano è già sicuro che non potrà concludere il suo (straordinario) 2023 oltre la quarta posizione. Posizione che, a meno di clamorose sorprese, conserverà a pieno merito. Jannik, tuttavia, ben figurando a Torino potrebbe avvicinare il terzo gradino del podio occupato da Medvedev, attualmente distante 1710 punti (virtualmente 1510, poiché all’altoatesino vanno aggiunti 200 punti del successo contro Tsitsipas). Staremo a vedere. Certo è che cominciano ad esserci basi solide per immaginare un sorpasso nei primi mesi del 2024.

Ranking Atp, gli altri azzurri in top-100

Musetti
Foto Instagram Musetti

Notizie tutto sommato positive arrivano inoltre dagli altri azzurri presenti in top-100. Lorenzo Musetti, ad esempio, nonostante la sconfitta all’esordio sul cemento di Sofia, è stabile in 27esima posizione. Mentre Lorenzo Sonego, pur non riuscendo a difendere il titolo conquistato nel 2022 all’Atp 250 di Metz, ha guadagnato due posizioni passando dalla 49 alla 47.

Passi in avanti anche per Matteo Berrettini e Flavio Cobolli, che hanno guadagnato rispettivamente una e due posizioni attestandosi alla 90 e alla 98. Scende, ma di una sola casella, Matteo Arnaldi, oggi alla numero 44.

Oltre la top-100: best per Darderi, salgono anche Nardi e Fognini

Luciano Darderi
Foto Instagram Darderi

E le notizie positive per l’Italtennis non sono finite. Perché la scorsa settimana due giocatori azzurri sono riuscito a vincere un torneo appartenente al circuito Challenger. Ci riferiamo a Luciano Darderi e Luca Nardi. Il classe 2002 oriundo nativo di Villa Gesell si è imposto sulla terra battuta di Lima, in Perù, raggiungendo il suo nuovo miglior posizionamento in carriera alla piazza numero 124 (+13). Il 20enne pesarese, invece, ha trionfato sul cemento di Matsuyama, in Giappone, risalendo alla 128 (+15) e confermando di aver ritrovato brillantezza dopo un inizio di stagione abbastanza travagliato. Balzo in avanti anche per Fabio Fognini (129; +18), protagonista a Metz di una bella cavalcata interrottasi in semifinale sotto i colpi di Ugo Humbert (futuro campione della kermesse francese), e Stefano Travaglia (semifinale al Challenger di Helsinki; +25). Ecco il quadro completo della situazione degli italiani presenti in top-200.

124. Darderi (+13)
128. Nardi (+15)
129. Fognini (+18)
132. Zeppieri (-4)
148. Pellegrino (-3)
166. Vavassori (-4)
176. Bellucci (-4)
183. Gigante (-2)
186. Travaglia (+25)
194. Brancaccio (+2)

1 commento

  1. I was pretty pleased to uncover this website. I wanted to thank you for ones time for this wonderful read!! I definitely savored every part of it and I have you saved as a favorite to see new information on your site.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img