spot_img
spot_img

Roland Garros: Sinner va avanti due volte, ma a volare in finale è Alcaraz dopo oltre quattro ore
R

È Carlos Alcaraz il primo finalista del Roland Garros 2024: nulla da fare per il nostro Jannik Sinner, passato in vantaggio per ben due volte e poi sconfitto in rimonta da un tennista che, al momento, gode di uno stato fisico sicuramente migliore del suo. Un vero peccato per l’azzurro, il quale però potrà consolarsi con il raggiungimento della prima piazza del ranking mondiale, ufficiale da lunedì.

Roland Garros, la cronaca del match tra Sinner e Alcaraz

L’incontro, andato in scena a partire dalle 14:40 sul palcoscenico del Philippe-Chatrier, ha visto lo spagnolo imporsi in cinque set col punteggio di 2-6, 6-3, 3-6, 6-4, 6-3 maturato in oltre quattro ore (4 h e 12 minuti). Ecco la cronaca e i momenti salienti di questa bella battaglia.

Jannik Sinner
Foto “X” Roland Garros


Si inizia e la partenza di Sinner non poteva essere delle migliori: l’azzurro prima centra il break in apertura, difendendosi bene e capitalizzando diverse imprecisioni dello spagnolo, e poi allunga sul 2-0 senza lasciare per strada nemmeno un punto. Ma non è finita qui, perché Jannik centra addirittura il doppio break complice un Alcaraz ancora protagonista di molti errori: qualche minuto più tardi, il tabellone luminoso segna 4-0 in favore del futuro numero uno al mondo.

Al che, arriva il colpo di reni del classe 2003 murciano, il quale riesce a dimezzare lo svantaggio inanellando due giochi consecutivi. La sua razione, tuttavia, si rivela un fuoco di paglia. Successivamente, infatti, Sinner piazza un’altra zampata che gli apre la strada per un comodo 6-2.

Devastante il 22enne altoatesino, autore di una prestazione sublime. Al servizio ma soprattutto in risposta, come dimostrano gli 11 punti inanellati su 25 prime giocate da Alcaraz e le 3 palle break concretizzate sulle 4 a disposizione. L’iberico, dal canto suo, poco ha potuto dinanzi allo strapotere tricolore.

All’inizio della ripresa il copione non cambia: Sinner entra in campo determinato a dare immediatamente un’ulteriore spallata al confronto. Ci riesce in apertura, riproponendo un atteggiamento estremamente aggressivo e costringendo Carlitos ad arricchire la già lunghissima serie di errori commessi in precedenza.

Poi il tirolese conferma il break risalendo dal 15-30, ma in seguito incappa in un netto passaggio a vuoto che vale ad Alcaraz il contro-sorpasso sul 3-2. Dopodiché, il murciano conferma i buoni segnali strappando nuovamente il servizio a un Jannik improvvisamente smarrito e la frazione si conclude veloce con un 6-3 a marca iberica.

Al rientro in campo, ancora un po’ frastornato, Sinner finisce per incassare un altro break nel terzo game. Ma l’ennesimo schiaffone non lo scoraggia, anzi ha un effetto risveglio. Ne consegue che il giovane azzurro riesce ad inanellare quattro giochi consecutivi: il primo, prendendosi l’immediato contro-break sull’unica chance concessagli dall’avversario; il secondo, facendo 3-2 con tanto di quattro palle break neutralizzate; il terzo, volando sul 4-2 in virtù di numerose perle, tra cui un rovescio incrociato semplicemente sensazionale; l’ultimo, allungando sul 5-2 e mettendo le basi per il 6-3 finale.


Nel quarto set, dopo circa un’ora di grande battaglia, l’incontro torna a viaggiare abbastanza veloce. Ma stavolta nessuno dei due protagonisti ha la giusta fiammata per prendere il sopravvento: si procede “on serve” – e senza palle break – per ben nove game, percependo la sensazione che il verdetto possa essere affidato al tie-break.


Il verdetto, però, arriva invece nel decimo gioco, quando il murciano riesce a ripristinare l’equilibrio sfruttando al meglio le difficoltà di Sinner con la prima di servizio.

L’atto decisivo

Visibilmente stanco Sinner, completamente ringenerato Alcaraz: è questa la situazione che si presenta nei primissimi minuti del quinto e decisivo atto. Situazione confermata poi da quanto accade successivamente, con lo spagnolo a volare sul 3-0 nonostante la strenua resistenza del tennista nostrano. Jannik cercherà di rientrare fino all’ultimo punto disponibile, ma nulla purtroppo cambierà l’inerzia instauratasi in apertura.

Alcaraz affronterà in finale il vincente della sfida tra Alexander Zverev e Casper Ruud.

Dove vedere il Roland Garros 2024 in TV e streaming

Il Roland Garros 2024 è trasmesso in diretta tv da Eurosport (canali 210 e 211 di Sky) e in streaming dalle piattaforme Discovery+, Sky Go e Dazn.

4 Commenti

  1. Beşiktaş Su Kaçağı Tamircisi Akustik Dinleme Cihazları: Su kaçağı tespiti için kullanılan en yaygın yöntemlerden biri, akustik dinleme cihazlarıyladır. Bu cihazlar, borular içinde akan suyun sesini yükselterek, su kaçağının olduğu bölgenin tespit edilmesini sağlar. Uzmanlar, dinleme cihazı ile tesisatı dinleyerek su sızıntısının konumunu belirler. https://www.ccayef.org/etiler-besiktas-su-kacak-tespiti/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img