spot_img
spot_img

Halle, Sinner torna a vincere sull’erba e firma il punto dell’anno. “Non so come ho fatto…” (VIDEO)
H

Jannik Sinner, con qualche fatica di troppo, è riuscito a centrare la prima vittoria in carriera da numero 1 del mondo. L’azzurro, nella conferenza stampa successiva al trionfo con Tallon Griekspoor al primo turno dell’Atp500 di Halle, ha parlato delle sensazioni vissute durante la partita.

Le parole di Jannik

L’abbiamo tanto decantato e adesso è diventato realtà. Sinner ha giocato la prima partita in carriera da numero 1 del mondo. Non potevamo chiedergli di più, vista l’importante vittoria portata a casa contro un avversario di tutto rispetto. Per la prima volta in cinque match vinti contro Griekspoor, infatti, Jannik ha accusato maggiormente l’adattabilità del gioco dell’olandese all’erba. Chissà se, come nei precedenti in Coppa Davis, Atp500 di Rotterdam e masters1000 di Miami, il successo su Tallon rappresenterà il primo passo verso la conquista del titolo.

Tornando alla vittoria da numero 1 del ranking Atp, beh diciamo che non ci potevamo aspettare di peggio. Dal 1973 ad oggi, infatti, solamente in tre occasioni il neo-numero 1 del mondo ha perso la prima partita. L’ultimo a riuscire in tale “impresa” è stato il rivale di Sinner, Carlos Alcaraz. Lo spagnolo, poco più di una settimana dopo il successo allo US Open che lo portava in vetta del ranking, infatti, perdeva con Felix Auger-Aliassime in Coppa Davis.

Non sono arrivato con una condizione fisica molto buona, ho avuto solo due giorni per adattare il mio gioco a questo campo. Felix ha giocato una partita incredibile”.

Di tutt’altro tenore, al contrario, le parole di Jannik al termine del match con Griekspoor.

“Nel primo set ero 5-1 nel tiebreak, ma lui gioca bene sulle superfici veloci e mi ha rimontato. Nel secondo set sono stato 0-40 sul mio servizio, da lì ho cercato di ritrovare fiducia e penso di aver mostrato un bel tennis. Il punto che ha portato al break? Stavo correndo verso la mia sinistra, ho visto la deviazione del nastro e non so neanche bene come, ma ce l’ho fatta, bel tuffo. Quel punto alla fine mi ha dato la fiducia necessaria. Lui, comunque, si è dimostrato un giocatore incredibile. Sono molto contento di essere al secondo turno. Primo match da numero uno? Sicuramente è un grande traguardo, ma io penso sempre a come migliorare. Questo torneo ha creduto in me, ricordo che qui cinque anni fa giocai le qualificazioni da ragazzino. Sono contento di essere tornato in campo, di stare bene e di non sentire più dolore”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img