lunedì, settembre 28

Il trionfo di New York chiude il 2017 super di Rafa Nadal

0

Rafa Nadal ha vinto l’edizione 2017 degli US Open, quarto e ultimo Slam stagionale disputatosi sul cemento di Flushing Meadows. Lo spagnolo, numero 1 del mondo e del tabellone, ha sconfitto 6-3 6-3 6-4, in due ore e 27 minuti, il sudafricano Kevin Anderson, alla prima finale in un Major in carriera, prima di questo torneo numero 32 Atp e 28esima testa di serie.

Il campione maiorchino ha conquistato il secondo Slam in questo 2017 straordinario per lui, se si considera che prima dello storico decimo trionfo al Roland Garros era stato finalista anche agli Australian Open, stoppato da quel Roger Federer che ha poi primeggiato anche a Wimbledon. Salgono così a 16 i trofei Slam, su 23 finali disputate, nella bacheca del 31enne di Manacor, al terzo centro a New York, dopo quelli del 2010 e del 2013. Nadal ha invece perso l’ultimo atto del 2011 contro Novak Djokovic.

Per Nadal si tratta del 74° titolo Atp complessivo in carriera su 109 finali. E’ inoltre il suo primo successo in un torneo sul cemento dopo oltre tre anni e mezzo. Il match vedeva Anderson, che negli ottavi aveva stoppato l’azzurro Paolo Lorenzi, costretto ai vantaggi fin da subito nonostante 2 ace. Situazione ancora più delicata nei due successivi turni di servizio, quando sull’1-1 era chiamato a salvare 2 palle break e altrettante poi sul 2-2, prima di issarsi sul 3-2. Nel settimo game, alla quinta opportunità, il sudafricano doveva cedere la battuta, messo in corridoio l’attacco di diritto, e Nadal gli strappava di nuovo il servizio per il 6-3, sancito da una stop volley di rovescio del maiorchino. Il 31enne di Johannesburg veniva brekkato al quarto gioco. Il vantaggio dava tranquillità a Nadal, che con un dritto vincente metteva in cassaforte il secondo set (6-3). Anche il terzo si apriva con un break dell’iberico, consegnato con un altro errore di diritto di Anderson. Il quale, con atteggiamento encomiabile, continuava a lottare su ogni palla. Nadal arrivava ai vantaggi solo nel decimo game, prima di mettere un gran servizio esterno e di venirsi a prendere a rete l’ultimo punto, con una comoda volée di diritto a campo aperto.

Guarda gli highlights della finale 

Share.

Leave A Reply