Top ranking Atp, riuscirà Nole a infrangere il record di Re Roger?

0

Il 5 novembre 2018, quasi due anni dopo quel 7 novembre 2016 in cui cedette lo scettro ad Andy Murray, Novak Djokovic torna numero uno del mondo, complice il prematuro ritiro di Rafael Nadal dal Master 1000 di Parigi.

Al momento, il serbo, è stato numero uno del mondo per un totale di 223 settimane e, guardando al futuro, ha concrete possibilità di incrementare sensibilmente il suo bottino. Il record di Nole è già superiore a quello di Nadal, che è stato numero uno al mondo per un totale di 196 settimane, ma è decisamente più basso di quello di Federer, che guida la classifica con un impressionante bilancio di 310 settimane da Re, di cui 237 consecutive.

Se il record delle settimane consecutive da numero 1 sembra oggettivamente inarrivabile, non si può dire lo stesso sul bilancio complessivo, con Djokovic che, secondo molti addetti ai lavori, può puntare a raggiungere le 310 settimane. Gliene servono almeno 87. Difficile, ma non impossibile, per il Nole visto negli ultimi mesi. Soprattutto se Rafa e lo stesso Roger faticheranno a tornare ai loro livelli migliori.

In passato, una volta raggiunto il numero 1 del ranking, Mister Fantastic è solito mantenere la posizione per tempi relativamente lunghi: nelle tre volte in cui è stato al top, quella durata meno è stata di 48 settimane, quella più lunga 122. Al momento non c’è ragione per cui non debba verificarsi la stessa eventualità anche oggi.

Di contro, qualcuno fa notare che comunque Nole ha già 31 anni ed è difficile pensare che possa reggere ai messimi livelli per più di tre o quattro anni. Molto dipenderà, come sempre, dalla possibilità che qualcuno dei Next Gen (Zverev? Coric? Tsitsipas?) faccia il definitivo salto di qualità, cominciando a vincere tornei dello Slam e insidiando i top ranking.

Cosa mai successa fino ad ora.

Share.

Leave A Reply