Kyrgios-show a Roma: genio o spaccone?

1

Pronti via, prima palla di servizio: subito show con il servizio da sotto, diventato ormai una specialità della casa. E poi altri gesti tecnici estremi. Questo e Nick Kyrgios, prendere o lasciare. Per alcuni un genio, per altri uno spaccone. Le uniche due cose che non si possono mettere in discussione, quando si parla dell’australiano (che al primo turno degli Internazionali d’Italia ha eliminato Daniil Medvedev, non proprio l’ultimo arrivato) sono il talento e la voglia di dare spettacolo.

Due cose che non necessariamente viaggiano sempre di pari passo. Anzi, secondo molti, proprio questo atteggiamento quasi canzonatorio è costato a Nick parecchi punti nel ranking Atp. Ma la domanda è: Kyrgios è una risorsa per il tennis, come gli disse mesi fa agli Us Open il giudice di sedia Mohamed Lahyani, scatenando un putiferio di polemiche? Oppure sarà una specie di “Harlem Globetrotter” applicato al tennis, tanto bello quanto effimero?

Share.

1 commento

  1. Pingback: Kyrgios-show a Roma: genio o spaccone? | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica

Leave A Reply