La prima volta di Diego Schwartzman

0

L’argentino Diego Schwartzman è il secondo semifinalista degli Internazionali d’Italia (dopo che Stefanos Tsitsipas ha centrato il traguardo senza neppure giocare a causa del ritiro di Roger Federer). Il numero 24 del mondo – che da lunedì farà un bel salto in classifica – ha avuto la meglio a sorpresa (almeno per le modalità con cui è arrivata la vittoria) del giapponese Kei Nishikori.

Noto per essere uno dei tennisti più regolaristi del circuito, il 27enne di Buenos Aires ha deliziato l’inizialmente sonnacchioso pubblico del Gran Stand con colpi di altissimo livello agonistico e tecnico. Il giapponese, di contro, è apparso decisamente sottotono, forse provato per il doppio incontro di ieri contro -Fritz e Stuff. Un mix di ingredienti che hanno portato al netto 6-4, 6-2 finale.

Per Swartzman – che ieri aveva battuto nettamente Matteo Berrettini – si tratta della prima semifinale in un Masters 1000 raggiunta in carriera, tra l’altro in un 2019 finora avaro di soddisfazioni. A differenza del 2017 e del 2018, in cui il brevilineo argentino aveva fatto il grande salto di qualità, conquistando i quarti di finale a New York (2017) e al Roland Garros (2018) arrivando ad occupare la posizione numero 11 del ranking mondiale.

Share.

Leave A Reply