Perché siamo tutti così innamorati di Juan Martin Del Potro

1

C’è un’immagine che più di altre rimarrà impressa nella testa degli appassionati di tennis dopo la notte magica del Foro Italico. E’ l’abbraccio finale tra Novak Djokovic e Juan Martin Del Potro, in cui il numero uno del mondo sussurra all’orecchio dell’avversario-amico la frase “i’m so happy you come back”.

Un momento bellissimo, non il primo. Tra i due c’è grande rispetto e un rapporto fortissimo. Ma la verità è che quella frase pronunciata da Nole, l’abbiamo pensata tutti. Siamo tutti, innegabilmente, felici per il ritorno di Delpo ai livelli che gli competono.

Il più grande tennista argentino di sempre dopo Guillermo Vilas è uno degli sportivi più amato in patria. La sua fama è seconda solo alle stelle del calcio mondiale. Ma l’empatia che è in grado di creare con il pubblico ovunque giochi lo ha reso uno dei tennisti più amati del circuito. Comunque vada, dovunque vada, qualunque sia il clima, troverete sempre qualcuno sugli spalti pronto a scandire il suo nome. Delpo non si discute.

Sarà per quella sua punta di costante sofferenza, molto sudamericana. Sarà per il suo essere considerato una sorta di gigante buono del circuito, mai una polemica. Sarà per quel suo apparente trascinarsi sul campo, ormai allo stremo delle forze, e poi tirare giù delle saracche di dritto che sfonderebbero un muro di cemento armato. Sarà per quel suo soprannome, “Martello di Tandil”, che combina le sue caratteristiche tecniche con il nome della sua città natale. Sarà perché la sua carriera è stata finora costellata da infortuni che ne hanno limitato le possibilità di successo. Sarà perché è diventato grande all’ombra ingombrante dei Big Four (ora Big Three), con cui ha condiviso (e purtroppo per lui, quasi sempre perso) incontri epici come l’ultimo contro Djokovic al Foro.

Sarà per tutti questi motivi messi insieme, per il suo animo tipicamente tanguero, allegro e malinconico al tempo stesso, in campo e fuori, che Juan Martin Del Potro è considerato un amico da tutti nel circuito. E per questo stesso motivo è amato e apprezzato dal pubblico. Un grande uomo, un grande tennista, un esempio per tutti.

Share.

1 commento

Leave A Reply