Amburgo, al via un’edizione in versione deluxe. Tutto ciò che c’è da sapere

0

Quello di Amburgo è uno dei tornei più antichi del mondo. La prima edizione si è svolta nel lontanissimo 1892 e, dal 2000 al 2008, è stato parte integrante del circuito Masters 1000, disputandosi immediatamente dopo gli Internazionali d’Italia. Dal 2009 Madrid ne ha preso il posto in calendario come terzo Master sulla terra rossa, e il torneo di Amburgo è stato retrocesso alla categoria di ATP 500.

L’albo d’oro in pillole

In questa lunga storia solo tre italiani sono riusciti a trionfare in riva all’elba: Nicola Pietrangeli nel 1960, Paolo Bertolucci nel 1977 e Fabio Fognini nel 2013. In tempi recenti, Roger Federer ha trionfato quattro volte, Rafael Nadal due volte, al pari dell’argentino Leonardo Mayer, che lo scorso anno si è arreso in finale a Nikoloz Basilashvili.

I principali favoriti dell’edizione 2019

L’Open di Germania di quest’anno è, almeno ai ranghi di partenza, uno dei più competitivi dell’ultimo decennio. In campo tre top-10 e alcuni dei migliori specialisti su questa superficie. Il primo del seeding è l’austriaco Dominic Thiem, numero quattro del mondo, finalista per il secondo anno consecutivo al Roland Garros e vincitore sulla terra, quest’anno, a Barcellona.

Seconda testa di serie è Alexander Zverev, nativo di Amburgo, numero 5 del mondo, autore di una prima parte di 2019 tutt’altro che esaltante. Il tedesco, quest’anno, ha vinto solo l’ATP 250 di Ginevra, in finale contro quel Nicolas Jarry che lo aveva battuto a Barcellona e che si ritroverà di fronte proprio al primo turno di Amburgo.

Completa il quadro dei Top-10 il nostro Fabio Fognini, numero 9 del mondo, reduce dai problemi fisici che l’hanno costretto al ritiro al Umago.

Il quadro completo delle teste di serie

Gli altri “pezzi grossi” del torneo sono Nikoloz Basilashvili (numero 4), che deve difendere il titolo dello scorso anno, il francese Benoit Paire (5), il serbo Laslo Djere (6), il tedesco Jan-Lennard Struff (7) e il cileno Christian Garin (8).

Se tutto dovesse andare come da pronostico, ecco il possibile quadro dei quarti di finale:

Dominic Thiem (1) – Christian Garin (8)
Fabio Fognini (3) – Jan-Lennard Struff (7)
Benoit Paire (5) – Nikoloz Basilashvili (4)
Laslo Djere (6) – Alexander Zverev (2)

Share.

Leave A Reply