Cinque motivi per cui non dovete assolutamente perdervi il match tra Medvedev e Tsitsipas

0

Daniil Medvedev e Stefanos Tsitsipas sono considerati i giocatori che più di tutti gli altri rappresentano l’immediato futuro del gotha mondiale del tennis. Il russo, nella seconda parte del 2019, ha fatto il definitivo salto di qualità. Il greco, dal canto suo, nonostante un rendimento un po’ altalenante, si è ormai accreditato come uno dei grandi protagonisti del circuito.

Oggi alle 15 si sfideranno a Londra nella partita d’esordio alle Atp Finals. I due sono inseriti nel gruppo “Agassi”, insieme a Rafael Nadal e Alexander Zverev, che invece giocheranno questa sera alle 21. Ecco perché sarà un match decisamente interessante da seguire.

Medvedev e Tsitsipas sembrano i due giocatori più completi

Come detto, sia il russo che il greco godono di ottima reputazione. Rispettivamente numero 4 e numero 6 del mondo, sono universalmente considerati due possibili numeri uno del futuro, ovviamente dopo che si chiuderà l’era dei Big Three. Per entrambi si tratta dell’esordio assoluto alle Finals, ma a meno di improbabili sorprese, sarà la prima di una lunga serie di partecipazioni.

Medvedev e Tsitsipas, cordialmente, si detestano

In un’epoca in cui il politically correct ha preso ormai il sopravvento sulle grandi rivalità, il 23enne russo e il 21enne greco non nascondo la loro antipatia reciproca. Tutto è cominciato a Miami, ormai più di un anno fa, quando al termine dell’incontro tra i due, Stefanos apostrofò Daniil con un “russo di m****” che non lascia molto spazio alle interpretazioni. Il tutto è proseguito nei mesi successivi con scambi di accuse, sia a livello umano (“Tsitsipas è un bambino, ormai non lo ascolto neanche più”, dice Medvedev) che a livello tecnico (“ha un gioco noioso, noioso, noioso”, punge Tsitsipas).

Medvedev e Tsitsipas, due opposti in campo e fuori

In effetti i due hanno un approccio al gioco completamente diverso. Più estroso e attaccante il greco, più completo e regolare il russo. In molti stanno già paragonando le loro differenze tecniche e tattiche a quelle che hanno sempre contraddistinto la rivalità tra Djokovic e Federer. Il diverso atteggiamento in campo si rispecchia anche fuori dal campo. Tsitsipas è già un personaggio mediaticamente fatto e finito, Medvedev è più riservato e “difficile”.

Tsitsipas non ha mai vinto contro Medvedev

Nei cinque precedenti disputati tra i due nel 2018 e 2019, il bilancio a favore del russo è schiacciante. Cinque vittorie per lui contro zero del rivale.  Undici set vinti da Medvedev contro i soli quattro di Tsitsipas. “Un giorno riuscirò a vincere contro Daniil”, ha detto Stefanos. Può essere la volta buona? Secondo i bookmakers il numero 4 del mondo è decisamente favorito.

Chi vince oggi ha un piede in semifinale

In un girone che, anche alla luce dei problemi fisici di Nadal, viene considerato molto equilibrato, la partita di oggi può essere già uno spartiacque. Vincere la partita d’esordio è psicologicamente fondamentale, oltre che strategicamente determinate. Sulla carta entrambi, in questo momento, hanno qualcosa in più rispetto a Zverev, per cui – se Rafa riuscirà a giocare ai suoi livelli – il match di oggi potrebbe risultare determinante.

Share.

Leave A Reply