venerdì, settembre 18

Berrettini ci riprova contro Federer. Ma i bookmakers non credono nel flop di Roger

0

La sfida di oggi alle 15 alle Atp Finals di Londra, che vedrà contrapposti Roger Federer e il nostro Matteo Berrettini è già da dentro o fuori. Dopo che entrambi sono stati sconfitti all’esordio (Berrettini travolto da Djokovic e Federer sorpreso da un ottimo Thiem), l’imperativo per oggi è vincere. Ovviamente le prospettive, per i due, erano e restano diverse.

Lo svizzero non ha scelta e una seconda sconfitta avrebbe del clamoroso. Come ha detto lui stesso dopo il passo falso nel primo match, “ora per me non ci sono alternative alla vittoria se voglio arrivare in fondo, come d’altronde mi è successo in tutti i tornei a cui ho preso parte negli ultimi vent’anni”. In realtà, come abbiamo spiegato in questo articolo, un lumicino di speranza, per Roger ci potrebbe essere anche nel caso in cui vincesse un solo match, ma deve succedere un miracolo.

Per cui oggi, vietato sbagliare. I due si sono incontrati una volta sola in carriera, sempre a Londra, ma sull’erba di Wimbledon. Per Berrettini fu una vera e propria “lezione di tennis”, come dichiarò a fine gara. Oggi, forse, le condizioni sono un po’ diverse, ma è naturale che Federer parta decisamente favorito. Lo certificano anche le quote dei bookmakers, che non credono nel secondo passo falso consecutivo dello svizzero. Una sua vittoria è quotata in media 1,20, mentre l’impresa di Matteo è data a 4,50.

Numeri che lasciano poche speranze a Berrettini, il quale, realisticamente, dovrà rimandare all’ultima partita del girone contro Thiem le sue possibilità di essere il primo italiano nella storia del tennis in grado di vincere un match alle Finals. Matteo ha già dimostrato di potersela giocare alla pari con l’austriaco, anche se la versione di “Dominator” tirato a lucido contro Federer non lascia intravedere nulla di buono all’orizzonte.

Chi non volesse perdersi la sfida tra Berrettini e Federer, la potrà seguire su Sky Sport 1 e in streaming su SkyGo.

Share.

Leave A Reply