martedì, settembre 22

Australian Open, Sinner e Fognini interrotti sul più bello (e sul più brutto)

0

La pioggia sta condizionando queste prime battute dell’Australian Open 2020. Sono ben otto le partite interrotte e rinviate a domani nel tabellone maschile. Quattro di queste riguardano direttamente tennisti italiani.

Jannik Sinner ripartirà avanti due set a zero contro l’australiano Max Purcell. L’altoatesino ha vinto al tie-break un primo set molto combattuto, per poi portare a casa agevolmente il secondo 6-2. Il match riprenderà dal terzo set sul risultato di 4-4, servizio a Purcell e Sinner avanti 30-15. Per il diciottenne astro nascente del tennis italiano la prima vittoria in un major è vicina.

Situazione diametralmente opposta per il numero due azzurro Fabio Fognini, sotto due set a zero contro il gigante statunitense Reilly Opelka, che gli fu già fatale nel corso dell’ultima edizione degli Us Open. Il ligure riparte 1-0 sotto e servizio nel terzo set dopo aver perso il primo 6-3 e il secondo 7-6, confermando lo stato di forma non eccellente delle ultime settimane.

Situazione difficile anche per Stefano Travaglia (sotto 6-4, 6-3, 1-1 contro il cileno Cristian Garin) e praticamente disperata per lucky loser Luca Giustino, che per ora nulla ha potuto contro Milos Raonic, avanti 6-2, 6-2, 5-2.


Leggi anche: Australian Open. Matteo Berrettini, buona la prima


L’occasione del giorno

Share.

Leave A Reply