domenica, settembre 20

Andrea Gaudenzi: lo US Open non si fermerà per atleti positivi al Coronavirus

0

Andrea Gaudenzi, presidente dell’ATP, intervenuto a Sky Sport Italia, ha voluto chiarire che lo US Open (e tutti gli altri tornei che si giocheranno alla ripresa) non si fermerà per atleti positivi al Coronavirus.

Cosa fare in caso di positività

Molti giocatori in queste settimane hanno manifestato la volontà di sapere come comportarsi se un giocatore risultasse positivo durante un torneo. È intervenuto a proposito Andrea Gaudenzi che, malgrado si stia ancora lavorando alla definizione delle regole per la ripartenza, ha voluto chiarire alcuni punti fondamentali.

Le sue parole a Sky Sport Italia:

Guardiamo cosa stanno facendo nel golf, per noi può essere un esempio, stiamo monitorando anche altri sport, come l’NBA, che avrà i nostri stessi problemi.

L’ATP ha creato un dossier di 70 pagine per la sicurezza degli atleti, oltre a questo, però, il tennis continua ad avere il problema dell’internazionalità, con le restrizioni e le quarantene che complicano tutto. Se i giocatori dovessero mettersi in quarantena prima e dopo il viaggio negli Stati Uniti il calendario dovrà immediatamente essere bloccato.

Mi dispiace non dare notizie certe, ma non abbiamo ancora garanzie dai governi, tutto dipenderà dalla situazione Covid-19 nelle prossime settimane”.

La situazione attuale

Gaudenzi continua, spiegando la situazione attuale per lo svolgimento dei tornei:

Dobbiamo vivere settimana per settimana, non possiamo prendere decisioni affrettate per la ripresa dei tornei. Nei prossimi 2/3 giorni avremo notizie dalla Cina, invece, per la stagione indoor non dovremo avere problemi, tenendosi tutti in Europa.

L’unica certezza è che, se agli US Open e al Roland Garros ci saranno delle positività tra gli atleti, i tornei andranno lo stesso avanti. Una volta che abbiamo deciso di andare avanti, nulla potrà interrompere il torneo. Faremo i test ogni giorno e se qualcuno risultasse positivo sarà isolato. Una volta raggiunti i quarti o le semifinali, sarebbe impossibile fermare il torneo”.

I tornei che si svolgeranno alla ripresa sono Washington, Cincinnati e US Open (entrambi a New York) e poi la stagione sulla terra rossa europea. Nelle prossime settimane avremo novità sulla definizione del calendario e delle regole definitive, sperando che si potrà tornare il prima possibile sui campi di gioco, naturalmente in sicurezza e secondo le regole sociali.


Offerta del giorno

NINEBOT BY SEGWAY Ninebot E22E


Le 10 migliori racchette da tennis nel 2020. Per tutti i livelli e le età

Share.

Leave A Reply