Come sarà il 2021 di Matteo Berrettini? Risponde il coach Santopadre

0

In un’intervista con il sito della FIT, Vincenzo Santopadre ha dichiarato: “L’obiettivo di Berrettini è migliorarsi sempre”.

L’intervista

Il coach dell’unico italiano in top10 ha rilasciato una lunga intervista con la Federtennis, in cui racconta la preseason di Berrettini, l’attenzione alla salute e un giudizio su Sinner e Musetti.

Vi riportiamo l’intervista completa realizzata da Lorenzo Andreoli per il sito della FIT.

Gli allenamenti

Santopadre ha iniziato raccontando come si sta allenando Matteo per la prossima stagione:

Il nostro lavoro è cominciato oltre un mese fa. In occasione delle ATP Finals siamo volati a Londra con l’idea di affrontare una decina di giorni di allenamenti particolarmente intensi a 360°: prevenzione, tennis e preparazione fisica.

L’ambiente qui a Montecarlo è l’ideale sotto diversi profili. Molti giocatori professionisti fanno base nel Principato e in questi giorni Matteo ha avuto l’occasione di scendere in campo con Wawrinka, Fognini e Goffin, senza dimenticare suo fratello Jacopo”.

Preservare la saluta fisica

Uno dei principali obiettivi per la prossima stagione sarà sicuramente quello di evitare infortuni:

L’obiettivo principale in un contesto storico come quello che ci troviamo è la salute ed è un qualcosa che accomuna gli atleti professionisti al resto della popolazione. Cercare di stare il meglio possibile dal punto di vista fisico è una priorità assoluta. Puntiamo molto sulla prevenzione e sulla preparazione atletica proprio perché sappiamo quanto Matteo ha dovuto faticare nel corso dell’ultimo anno. Come noto ha avuto svariati problemi e questi gli hanno impedito di dare il 300%”.

Migliorarsi sempre

Sembra che Berrettini abbia un solo focus: migliorarsi sempre.

Ogni cosa che facciamo insieme è in funzione di un suo miglioramento. Da questo incredibile 2020 ci portiamo dietro tanta esperienza. Quando si è reduci da un 2019 strepitoso come il suo, sapevamo di dover andare alla ricerca degli equilibri. Si deve immaginare un salto in cui oltre a fare i conti con le vertigini, c’è da combattere anche con la stabilità e i cali fisiologici. Un ragazzo giovane che in un lampo raggiunge vette così alte è naturale che non abbia ancora quella solidità mentale che gli consente di poter fronteggiare tutti i momenti. Le giuste competenze si trovano solamente dopo aver vissuto determinate situazioni e una stagione come quella appena trascorsa, se vissuta nel modo giusto, può lasciare tanto”.

I prossimi impegni

Santopadre ha anche rivelato quali saranno i prossimi impegni del suo pupillo.

Siamo in attesa di capire quali saranno i primi impegni del 2021 in modo da poterci organizzare. Se, come sembra, dovessero inserire alcuni tornei prima degli Australian Open, valuteremo il da farsi. Giocare potrebbe essere un’ottima idea per diversi motivi. Ora dobbiamo continuare a lavorare sodo, giorno dopo giorno. Abbiamo voglia, come tutti i top player, di andare più avanti possibile nei tornei importanti”.

Un giudizio sugli astri nascenti

Non poteva mancare la domanda sugli astri nascenti del tennis italiano (e mondiale), Sinner e Musetti.

Hanno saputo fare cose incredibili. Ciò che mi ha colpito in modo particolare è il loro essere bravi ragazzi. Uno degli aspetti ai quali do un peso specifico rilevante è l’atteggiamento, non solo in campo, ma soprattutto fuori. La loro attitudine deve essere un esempio per tutto il movimento”.

Le migliori borse e zaini da tennis, di tutte le taglie e tutti i prezzi

Share.

Leave A Reply