Dopo il forfait di Melbourne, ecco quando potrebbe tornare in campo Federer

0

Dopo il forfait agli Australian Open, in molti pensano che Roger Federer potrebbe non far ritorno sui campi da gioco. Lo svizzero potrebbe però tornare in campo a Rotterdam i primi di marzo. La notizia è stata rilanciata dai due ex compagni di Davis di Federer, Marc Rosset e Yves Allegero.

Un ritorno nei posti del cuore

Per la prima volta in carriera, Roger Federer ha dichiarato che non parteciperà agli Australian Open. Le voci di un ritiro si sono subito rincorse, ma ci hanno pensato Rosset e Allegero a gettare acqua sul fuoco a 20min website. I due ex compagni di Davis credono che un ritorno potrebbe esserci ai primi di marzo, a Rotterdam o Marsiglia. I due tornei non sono stati citati a caso: in Olanda Federer è tornato in vetta al ranking nel 2017, mentre a Marsiglia ha ottenuto la prima wild card della carriera.

Il calendario Atp ancora non ha date ufficiali dopo febbraio, ma tutto fa pensare all’inserimento di due eventi indoor in Europa. Si partirebbe il 1 marzo da Rotterdam e la settimana successiva a Marsiglia.

Ci immaginiamo un suo ritorno a Rotterdam. Lì ha riconquistato il primo posto nel ranking nel 2017, ha ottimi ricordi. Pensiamo che possa tornare in quei luoghi che ha nel cuore. Quindi o Rotterdam o Marsiglia, dove gli diedero la prima wild card della carriera”.

La giusta decisione

I due ex tennisti sono concordi nel fatto che Federer abbia fatto la scelta giusta a ritardare il proprio rientro:

Possiamo dire che era abbastanza logico preferire di non giocare a 40° partite lunghe cinque set per un giocatore al rientro. In tutta la sua carriera Roger ha sempre giocato solo se al 100% della forma. Ha fatto la sua scelta, così potrà preparare al meglio Wimbledon e le Olimpiadi di Tokio.

A 39 anni probabilmente ha avuto bisogno di più tempo per tornare ad una discreta forma fisica. Lui si prende molta cura del suo fisico, non prende decisioni a cuor leggero. In venti anni di carriera ha sempre fatto il massimo per non stressare il suo corpo”.

Le partite saltate saranno un problema?

I due svizzeri sono sicuri che il maestro non risentirà del maggior numero di incontri già giocati dai suoi avversari quando tornerà.

Non crediamo che la mancanza di incontri ufficiali saranno un problema. Non ci dimentichiamo che veniamo dalla stagione più strana della storia e che prima del suo rientro si giocheranno solamente l’Atp Cup e gli Australian Open. All’inizio del 2021 Roger sarà in difetto di solo uno o due tornei rispetto ai suoi rivali.

L’unico quesito sarà: riuscirà il fisico a sopportare un livello di allenamento più intenso? Secondo me l’unico interrogativo si trova al livello delle gambe. Perché quando tornerà non si sarà certo scordato di come si gioca, è come andare in bicicletta”.

5 proposte per le scarpe da tennis ideali da donna

Share.

Leave A Reply