Torna dopo due anni il Masters 1000 di Monte Carlo: la guida completa

0

Ci siamo, è giunto il momento tanto atteso del Rolex Monte Carlo Masters 2021, l’appuntamento che apre ufficialmente la stagione sulla terra rossa europea.

La più bella notizia, arrivata da qualche giorno, è che Lorenzo Musetti potrà usufruire di una wild card concessagli dall’organizzazione, senza la quale, per motivi di protocollo, il tennista toscano non ce l’avrebbe fatta a prendere parte al torneo.

Nel Principato saranno presenti tutti i big del tennis mondiale, eccezion fatta per Federer, Thiem e Shapovalov. Poco male, visto che ci sarà il Re assoluto della manifestazione: Rafa Nadal. Non mancherà Fabio Fognini, ultimo trionfatore del torneo nel 2019.

L’ALBO D’ORO

Rafael Nadal: 11 titoli (di cui 8 consecutivi)

Reginald Frank Doherty: 6 titoli (1897-1899, 1902-1904)

Anthony Wilding: 5 titoli (1908, 1911-1914)

Hugh Lawrence Doherty: 4 titoli

Henri Cochet, Francis Gordon Lowe, Nicola Pietrangeli, Ilie Năstase, Björn Borg, Thomas Muster: 3 titoli.

L’UOMO DA BATTERE

Con le otto vittorie consecutive (2005-2012) Nadal ha stabilito un record assoluto per il mondo del tennis. Lo spagnolo, anche se sarà abbastanza arrugginito visto che nel 2021 ha giocato solo le 5 partite degli Autralian Open, è sicuramente l’uomo da battere. Ci proveranno in tanti. Da Djokovic a Medvedev, passando per Tsitsipas, Zverev, Rublev e Schwartzman, fino ad arrivare alle due stelle di Miami: Hurkacz e Sinner.

Il primo vero antagonista del maiorchino è, ovviamente, Novak Djokovic. L’unico ad aver interrotto il dominio di Nadal (2013-2015) insieme a Wawrinka (2014). Il serbo numero uno al mondo insegue il diciannovesimo slam, ma ha sempre dimostrato di non voler mai ‘lascia nulla per strada’. Ci troviamo di fronte ad un robot, il quale obiettivo è vincere sempre!

Medvedev e Rublev ridimensionati a Miami? Macché, bisognerà fare molta attenzione alle due star russe. Entrambi se ambiscono al trono devono dimostrare di saper vincere anche su superfici meno congeniali al loro tennis. Questo lo sanno, e quindi faranno di tutto per riuscire ad imporsi a Monte Carlo.

Zverev e Tsitispas sono i veri grandi punti interrogativi del torneo. Vengono da risultati altalenati e non sembrerebbe essere il loro momento. Tuttavia il loro curriculum ci impone di non escluderli dalla rosa dei potenziali vincitori.

Schwartzman e Hurkacz saranno le mine vaganti del torneo. Il primo sulla terra rossa è ‘a casa sua’ e lo scorso anno dimostrò di poter dare filo da torcere a chiunque. Il buon Hubert, avendo vinto Miami, entra di diritto nella lista dei ‘temibili’.

Ma andiamo a vedere tutti gli italiani come arrivano al Rolex Monte Carlo Masters.

I PRIMI PASSI SUL ROSSO DEGLI ITALIANI

I primi due appuntamenti su terra battuta hanno regalato agli italiani appassionati di tennis gioie e dolori. Infatti, se Sonego sta dimostrando grande solidità e Musetti sta continuando la sua crescita esponenziale, a Cagliari è arrivato anche l’ennesimo black-out di Cecchinato. Mentre, il torneo spagnolo di Marbella ha regalato più ombre che luci a Mager, ma soprattutto a Fognini. Il ligure è stato battuto nettamente da Jaume Munar, ed è apparso lontano dalla forma migliore. Sinner, invece, dopo la maratona di Miami si sta godendo il meritato riposo. Che, tuttavia, durerà ancora per poco.

MONTE CARLO

Sarà lui, infatti, l’osservato speciale nel Principato. Per Jannik si tratterà dell’esordio nella manifestazione, anche se sulla terra rossa ha già calcato palcoscenici prestigiosi. Al Roland Garros dello scorso anno, ad esempio, superò senza perdere un set David Goffin, Benjamin Bonzi e Federico Coria, diventando il primo giocatore del 2001 a raggiungere gli ottavi di finale di una prova del Grande Slam, nonché il sesto più giovane al mondo e primo tra gli italiani a spingersi così avanti agli Internazionali di Francia. Negli ottavi di finale superò in quattro set Alexander Zverev, consacrandosi come il più giovane italiano di sempre a raggiungere i quarti di finale in una prova del Grande Slam. A eliminarlo fu proprio il campione spagnolo Rafael Nadal, futuro vincitore del torneo. Quindi, per quel che riguarda l’altotesino, anche in virtù dell’esperienza accumulata nell’ultimo anno, ci sono tutti i presupposti per mirare molto in alto.

Pure per Lorenzo Musetti sarà l’esordio sul terreno di Roccabruna. Ma il discorso è diverso. Il toscano vanta una sola esperienza in un major, anche se di grande livello. Lo scorso anni agli internazionali d’Italia conquistò per la prima volta in carriera l’accesso al tabellone principale di un torneo Masters 1000, sconfiggendo nell’ordine Bernabé Zapata Miralles, Leonardo Mayer e Giulio Zeppieri. Nel primo turno del tabellone principale eliminò in due set Stan Wawrinka, e nel secondo Kei Nishikori, diventando il più giovane tennista italiano nell’era Open ad essersi qualificato per gli ottavi di finale di un torneo Masters 1000. Poi venne battuto da Dominik Koepfer. Anche in questo inizio 2021 sta dimostrando di avere tutte le qualità per imporsi nel Cirucs. Riuscirà a fare strada nella competizione monegasca? La passione ci spinge ad avere grandi aspettative, ma non si vada troppo di fretta.

Parentesi Fognini. Si è conclusa amaramente l’esperienza in Spagna. Fabio è apparso un lontano parente del giocatore che abbiamo ammirato negli scorsi anni. Per lui si prospetta una strada tutta in salita. L’ex top 10, come detto negli scorsi giorni, dovrà gradualmente ritrovarsi in vista del prosieguo di stagione. Ma attenzione, perché si sa: lui “è un po’ come sta con la testa…”.

Matteo Berrettini, fresco del rientro in campo (in doppio) al Sardegna Open, è alla ricerca della condizione migliore. Il nostro top-10 sfrutterà questo appuntamento per capire a che punto è il suo tennis. Il suo obiettivo, come dichiarato nei giorni scorsi, è tornare al top per gli Internazionali di Roma e per il Roland Garros. Chissà, magari, potrebbe scoprire di ‘star messo’ meglio di quanto immagini, e tentare di spingere sull’acceleratore.

Sonego è uno dei più sottovalutati (forse anche per colpa sua), ma il torinese, tabellone permettendo, potrebbe essere una delle sorprese del torneo. Noi siamo sempre in attesa del suo definitivo exploit.

Ora, non ci resta che vivere la prossima settimana tutta d’un fiato. Tifando, ovviamente, per i nostri italiani.

DOVE GUARDARE IL MASTERS 1000 DI MONTE CARLO IN TV E STREAMING

La copertura televisiva in Italia del Masters 1000 di Monte Carlo sarà garantita da Sky. Le partite saranno trasmesse su Sky Sport 1 e Sky Sport Arena e in streaming su SkyGo.


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le 10 migliori scarpe da tennis, per uomo, donna e bambini

Share.

Leave A Reply