Carla Suarez Navarro ha messo a segno il match point più bello

0

22 aprile 2021, si gioca una partita importante: match point Carla Suarez Navarro. La spagnola chiude con un ace, spazzando via il male che l’ha afflitta per diversi mesi.

Era infatti il 2 settembre dello scorso anno quando annunciava su Instagram:

“Ciao a tutti, volevo farvi sapere che pochi giorni fa mi è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin. Dovrò fare sei mesi di chemioterapia. Al momento sto bene e sono calma, disposta ad affrontare qualunque cosa accada”.

Oggi, quella calma apparente ha lasciato spazio alla gioia, il linfoma si è arreso alla voglia di vivere e lottare che l’ha sempre contraddistinta. Carla, felice, può esultare:

“Un altro passo avanti, ho finito il mio trattamento e superato il linfoma. Vi ringrazio tutti per i messaggi affettuosi, ogni parola di supporto mi ha dato la forza negli scorsi mesi. Tutta la mia gratitudine ai professionisti che si prendono cura di noi ogni giorno. SONO GUARITA!”.

L’ABBRACCIO

Tanti i messaggi che le sono arrivati dal mondo del tennis. Dalla Petkovic alla Azarenka passando per la Keys; fino ad arrivare alla grandissima amica Gabrine Muguruza e a moltissimi altri esponenti del Circus: le home dei social erano tutte per Carla Suarez Navarro.

Parecchia pure è la curiosità degli appassionati riguardo la data del suo rientro in campo.

IL RIENTRO IN CAMPO

Si spera che ciò avvenga al più presto, sia per un fatto affettivo sia prettamente sportivo.

Già, perché l’originaria di Las Palmas è una delle beniamine del pubblico della WTA, ed è molto stimata da tutte le sue colleghe, che durante i mesi difficili le si sono strette attorno. Inoltre, non è una tennista come tutte le altre: negli scorsi anni ha portato qualcosina in più nel circuito WTA.

L’iberica gioca un tennis molto ampio e per questo motivo unico al mondo. Ad incantare è il meraviglioso rovescio a una mano. Ma non solo, dal momento che è una delle pochissime interpreti che sviluppano un gioco orizzontale oltreché verticale: una rarità nel circuito femminile. Inoltre, ha dimostrato di saper usare, alternandole o insieme, potenza e precisione. Ad esempio, esegue il dritto con accentuata preparazione e con un topspin piuttosto marcato e, spesso, la sua palla ha rotazione più accentuata rispetto alla media, movimento che diventa ancora più particolare quando gioca sulla terra.

Il 25 febbraio 2020 è stata l’ultima volta che è scesa sul rettangolo di gioco, a Doha. Da quel giorno è passato tanto tempo e sono successe infinite cose. Ora, sul suo rientro in campo si stanno susseguendo molteplici notizie. La stessa Suarez Navarro, qualche tempo fa, aveva espresso il suo desiderio di giocare le prossime olimpiadi in doppio con la Muguruza. Lo scenario giapponese sarebbe ideale per una rentrée da sogno.

Tuttavia, non è da escludersi che Carla ci stupirà tutti, tornando ancor prima. Infatti, avrebbe concretamente la possibilità di partecipare al Roland Garros con un posto garantito nel tabellone principale (da numero 94 del ranking).

DOPO IL RIENTRO, RITIRO O RINASCITA?

“Vorrei dare l’addio al tennis sul campo non vorrei che la gente si ricordi di me in un letto d’ospedale”.

Il primo obiettivo è stato centrato. Ma che ne sarà del futuro? Il suo rientro sarà solo una passerella strameritata e ricca di affetto, oppure la vedremo ancora lottare per risultati prestigiosi?

“Sembra sempre impossibile, finché non viene fatto” [Nelson Mandela]

Carla, noi crediamo che possa farcela anche stavolta, e tu?

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply