Tanti auguri Andre Agassi, icona inarrivabile del tennis mondiale

0

Fa il suo esordio nel professionismo ad appena 16 anni, dopo due anni nella scuola di Nick Bollettieri. L’anno successivo, 1987, vince il primo torneo, ad Itaparica in Brasile. Nel 1988, a 18 anni, entra in top10 e diventa il simbolo ribelle del tennis con i suoi colori sgargianti e la capigliatura punk.

Inizia nel 1990 una delle più incredibili rivalità nel mondo dello sport con Pete Sampra (i due si affronteranno per più di un decennio). Il primo slam arriva due anni più tardi, a Wimbledon, superficie ostile per Andre secondo i più.

Il 1995 è l’anno della svolta. Si presenta al mondo con la testa completamente rasata, vince 72 delle 82 partite disputate e conquista il primato del mondo. In carriera si porta a casa 8 titoli del grande slam, completando il career grand slam. Vince anche un oro olimpico (ad Atlanta, nel 1996) e ben 3 Coppe Davis.

Si sposa con una grandissima del tennis mondiale, forse la più grande, Steffi Graf, con cui ha due splendidi figli. Dopo il ritiro pubblica quella che, probabilmente, è la migliore autobiografia di uno sportivo mai pubblicata. In questa l’americano ammette di aver assunto metanfetamine nel 1997 ed aver mentito all’Atp. Inoltre, dichiara che la folta criniera esibita negli anni ’90 era, in realtà, un parrucchino.

Tanti auguri Andre, personaggio iconico del tennis mondiale.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply