Sinner, avanti col brivido! Il debutto al Roland Garros è una grande sofferenza

0

Che fatica! Il primo turno del Roland Garros 2021 doveva essere relativamente accessibile per Jannik Sinner, e invece il match contro Pierre-Hugues Herbert si è trasformato in una vera e propria battaglia all’ultimo colpo.

Nonostante un primo set portato a casa facilmente (6-1), infatti, il 19enne italiano perde campo e fiducia e subisce il rientro dell’avversario, che vince il secondo 6-4 e il terzo 7-6 al tie-break. Nel quarto set Jannik salva addirittura un match point sul suo servizio e riesce miracolosamente a restare aggrappato alla partita.

Nel quinto e decisivo set Sinner si porta subito avanti e non si fa raggiungere più. Partita tostissima, paura scampata. Il giovane altoatesino deve sicuramente registrare il suo gioco in vista dei prossimi turni, ma è anche da partite come queste che passa il percorso di crescita di un potenziale campione.

La partita

Partita subito in discesa per Sinner che, in appena 22 minuti, si porta a casa il primo set con un secco 61. L’altoatesino non va mai in difficoltà al servizio e ottiene il break nel primo, quinto e settimo gioco.

Il secondo parziale, a sorpresa, vede Jannik affrontare gli ormai consueti problemi al servizio: nel primo game annulla una palla break, ma non può nulla nel terzo. Herbert gira in vantaggio per 2 a 1. Sinner riesce a controbreakkare subito il francese, ma al settimo gioco perde nuovamente la battuta. Nel nono game l’altoatesino rischia di capitolare, ma annulla il set point sul suo servizio. Si tratta, però, di rimandare l’inevitabile: Herbert vince il set per 64.

Nel terzo set continuano i seri problemi per Sinner. Herbert carbura e, grazie all’aiuto dell’avversario, entra definitivamente in partita. Jannik sembra aver perso qualsiasi tipo di fiducia, tanto in risposta quanto al servizio. Il francese non rischia mai e, al contrario, l’italiano cede il break per ben due volte consecutive (quinto e settimo gioco). Nell’ottavo game Sinner riesce a recuperare uno dei due break di svantaggio e accorcia sull’avversario girando il campo sotto 5 a 4. Nel decimo gioco arriva il tanto agognato aggancio e, finalmente, il sorpasso: è 65 Sinner. Si arriva al tiebreak per decidere il set. La rimonta, purtroppo, finisce sul più bello: 76 Herbert.

Si va così al quarto set, l’unico in cui i due giocatori riescono a tenere i rispettivi turni di servizio fino alla fine. Sinner salva addirittura un match-point sul suo servizio sul 54 per l’avversario. Ma quando tutto sembrava sul punto di precipitare, il 19enne di San Candido ha trovato finalmente continuità e profondità ed è riuscito a ribaltare le sorti del set, chiudendo la frazione 75 a suo favore.

A questo punto sarà il quinto set a decidere le sorti di questa inattesa maratona. Jannik parte benissimo e si porta subito avanti di un break. Un fattore che si rivela decisivo per la vittoria finale con un 64 che chiude l’incontro.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply