I 10 momenti più iconici di Wimbledon. Murray rompe l’incantesimo

0

La vittoria di Murray nel 2013. Un incubo che sembrava non avere fine. L’ultimo giocatore britannico a vincere a Wimbledon era stato, fino a quel momento, Fred Perry, nel lontano 1936.

Da lì in poi una delusione dopo l’altra: nessun giocatore della regina capace di tenere il trofeo nel giardino reale. Le speranze di un intero popolo, dai primi anni di professionismo, vengono riposte in Andy Murray, il ragazzo che sembra venuto per riportare lustro al tennis made in UK.

Il 2012 sembra l’anno buono, ma Roger Federer in finale non fa sconti e si porta a casa il vessillo. L’anno successivo, nel 2013, Andy è di nuovo lì.

Il pubblico sul centrale, quello davanti i megaschermi (o a casa) guarda solo lui. Lo scozzese non può deludere anche questa volta, il treno potrebbe non passare più.

La finale è dominato da Murray in tre set e dopo la bellezza di 77 anni il Regno Unito ha di nuovo un campione a Wimbledon.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply