“Change of Thrones”, il futuro del tennis mondiale è già qui. Parola di Tsitsipas

0

Da quasi due decenni i Masters 1000 nordamericani, preparatori in vista degli Us Open, sono dominati (o quasi) da tre giocatori. Indovinate un po’ quali? Quelli che hanno cambiato il tennis, scrivendo per sempre il loro nome nell’olimpo di questo sport: Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic.

E’ anche per questo che fa ancora più strano che in questo 2021 i Big Three non prendono parte né alla Roger Cup – che quest’anno si gioca a Toronto – né al “mille” di Cincinnati. Una circostanza che non è passata inosservata ad un tennista che ormai ci ha abituato a dichiarazioni mai banali, a riflessioni che restituiscono la profondità di un ragazzo le cui qualità non si limitano a quelle del grande tennista.

Parliamo di Stefanos Tsitsipas, che ha fotografato così il particolare momento di transizione del tennis mondiale. “E’ interessante giocare questo tipo di tornei ed è interessante osservare che entriamo in un periodo di grande variabilità dei vincitori di questi tornei, potremmo chiamarlo Change of Thrones“.

Un’espressione bella e azzeccata, non c’è che dire. “E’ il momento di nuove star che si affacciano al top del circuito, un momento di grande cambiamento. A noi spetta l’onore e l’onere di far felici i fan che ci seguono in tutto il mondo, di essere all’altezza della situazione. Ovviamente abbiamo massimo rispetto per i Big Three, siamo cresciuti tutti guardando i loro match e anche solo l’idea di poter competere con loro è una soddisfazione incredibile”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply