Il toilet break continua a far discutere: cosa dice la regola ufficiale

0

Da diverse settimane non si fa che parlare d’altro, con le varie accuse piovute contro Stefanos Tsitsipas. Oggi vogliamo spiegarvi la regola ufficiale per i toilet break nel circuito Atp e Wta.

La regola ufficiale

Tutti i giocatori Atp e le giocatrici Wta possono recarsi al bagno per una volta durante i match al meglio dei tre set e per due (solo uomini) in caso di incontri al meglio dei cinque set. In campo femminile, può essere usato anche tra un game e l’altro, prima del proprio servizio.

Naturalmente, la regola è nata per assecondare i bisogni fisiologici dei tennisti, ma molti di loro usano la pausa per cercare la concentrazione e per rompere il ritmo dell’avversario. Infatti, la regola si presta molto bene a questo genere di controversie.

Tutte le controversie

Mentre il numero di volte che un giocatore può andare in bagno è ben specificato, la quantità di minuti di sospensione del gioco non è mai stata definita. Il motivo è semplice: non tutti gli impianti che ospitano tornei di tennis hanno dei bagni a simili distanze dai campi da gioco. È così praticamente impossibile definire un numero massimo di minuti in cui un giocatore può allontanarsi dal campo.

Proprio su questo aspetto si gioca la controversia: stare fuori per molti minuti, rompere il ritmo all’avversario e presentarsi in campo pronti per vincere la partita.

A detta di Andy Murray, è proprio quello che ha fatto Stefanos Tsitsipas durante il loro primo turno agli US Open. Nonostante ciò, fu proprio Murray, nella conferenza stampa dopo la vittoria slam del 2012 con Novak Djokovic, a dichiarare:

Quando sono andato al bagno mi sono iniziato a ripetere ‘Non perderai questa partita’. All’inizio mi sembravo un po’ strano, ma ho sentito che qualcosa in me stava cambiando. Sono rimasto sorpreso: ho capito in bagno che avrei vinto”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply