I viaggi e le avventure, la passione per i video: l’altra vita del regista Tsitsipas

0

Stefanos Tsitsipas ha da poco pubblicato un nuovo e interessante video sul suo canale YouTube. Il tennista greco ha rivelato gran parte della sua altra vita, quella fuori dal circuito Atp, piena di viaggi e avventure.

L’altra vita di Stefanos

Pochi giorni fa è apparso in rete un bellissimo video sul canale YouTube di Stefanos Tsitsipas. Il greco, in poco più di undici minuti, ha voluto raccontare il proprio viaggio di tre giorni a São Miguel, l’isola più grande dell’arcipelago delle Azzorre.

Il mio obiettivo nella vita è assecondare le mie passioni e rigenerare il mio spirito attraverso i viaggi. È la ragione per continuare a vivere”.

Si apre con questa frase il mini-documentario del ventitreenne che, in sottofondo, racconta tutte le sue avventure. Stefanos parte in macchina, nonostante non abbia ancora completato gli esami per la patente, e ci mostra tutte le bellezze dell’isola portoghese.

Tra le diverse soste attirano sicuramente l’attenzione il punto in cui si lanciano i tuffatori della Red Bull Cliff Diving e la piantagione di te (Gorreana Tea Plantation), la più antica d’Europa. Proprio lì Tsitsipas ammette di essere un grande fan della bevanda, che beve praticamente tutti i giorni.

Il video si conclude con una bella visita ad una fattoria, dove il giovane si diverte a mungere una mucca. Questo il suo commento alla fine del “lavoro”.

Mi hanno offerto un impiego full time per mungere le mucche, ma io ho gentilmente declinato la proposta. Devo ammettere che l’Atp paga meglio e non mi converrebbe accettare. Poi qui non c’è il wi-fi e non saprei come andare avanti senza”.

Il viaggio di Tsitsipas nelle Azzorre (VIDEO)

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply