Quando il mondo scoprì Jannik Sinner

0

Se il 2020, per Jannik Sinner è stato l’anno della consacrazione, il 2019 è stato quello dell’esplosione.

Da Bergamo a Ortisei, tre Challenger vinti, il debutto agli Internazionali di Roma, la prima vittoria a livello Atp, le semifinali ad Anversa, più di 600 posizioni scalate nel ranking Atp.

Ma la vittoria simbolo di quell’anno, quella che lo fece conoscere al grande pubblico italiano e non solo, fu sicuramente quella alle Next Gen Atp Finals.

Beneficiario di una wild card, a soli 18 anni, Sinner dominò letteralmente il torneo, vincendo contro Tiafoe, Ymer, Kecmanovic e Alex De Minaur in finale e perdendo solo contro Ugo Humbert, quando era già qualificato per le semifinali.

Una cavalcata esaltante e folgorante, che lo stesso Sinner ha ripercorso in una bella intervista concessa al canale YouTube dell’Atp.

>>> Guida: I migliori 10 grip per le vostre racchette

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply