Si scalda Sinner, per lui si profila la sostituzione più triste

0

Se, come è probabile, Matteo Berrettini non riuscirà a recuperare dall’infortunio che l’ha costretto al ritiro nel match d’esordio alle Atp Finals contro Alexander Zverev, il suo sostituto, per quanto riguarda i restanti due match da giocare nel girone rosso, sarà Jannik Sinner.

Il ventenne altoatesino, giunto nono nella Race, la classifica che mette in fila i migliori giocatori dell’anno, è a Torino (dove si è allenato con Novak Djokovic) per ricoprire il ruolo di prima riserva del torneo dei “Maestri”.

Alla vigilia si pensava che Jannik avrebbe potuto prendere il posto di Stefanos Tsitsipas, costretto al ritiro a Parigi Bercy per un problema al gomito. Il greco però sembra aver recuperato al cento per cento ed è pronto per il suo match d’esordio contro Andrey Rublev (lunedì 15 alle 21).

E invece tutto lascia pensare che il Next Gen italiano sarà costretto a sostituire proprio il connazionale Berrettini. Il modo in cui Matteo è uscito dal campo contro Zverev, la delusione sul suo volto e i precedenti problemi muscolari simili già patiti in passato, tutto ciò non lascia presagire nulla di buono per il 25enne romano, che ha detto che se capirà che non potrà giocare per vincere allora si ritirerà dalla competizione.

Se toccasse a Jannik, a questo punto, per lui si profilerebbe un doppio appuntamento, prima contro Daniil Medvedev (che oggi ha vinto contro Hubert Hurkacz) e poi, il giorno dopo, proprio contro il polacco, che è stato il tennista che ha superato Sinner nella volata per le Finals.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply