Australian Open, le pene per i “furbetti” del vaccino

0

Gli Australian Open 2022 faranno discutere per molto tempo. Il primo torneo dello slam dell’anno, infatti, ha sancito che tutti gli atleti partecipanti alla competizione dovranno dimostrare di essere stati vaccinati.

Le pene per chi falsifica il certificato vaccinale

Sono iniziate quindi le prime proteste di alcuni giocatori no-vax, su tutti Novak Djokovic, che sarebbe pronto a disertare lo slam che più gli ha portato fortuna nella carriera. L’Atp, in questi giorni, sta lavorando per il rafforzamento dei controlli e per redigere una nuova legge che vada contro i furbetti del vaccino. Secondo L’Equipe, infatti, sarebbero molti i giocatori pronti a falsificare il certificato vaccinale pur di prendere parte al primo torneo slam del 2022.

L’Atp è pronta a multare ogni giocatore fino a €90.000 e a squalificarlo dalle competizioni del tour maggiore e di quello Challenger fino ad un massimo di tre anni.

Siamo così sicuri che falsificare il certificato sia la cosa più intelligente da fare?

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply