Atp Awards, tutti i pronostici per i premi ai migliori tennisti del 2021

0

Negli scorsi giorni sono state rivelate le candidature per gli Atp Awards: ecco tutti i nostri pronostici per ogni categoria in gara.

Premio Stefan Edberg alla sportività

Il candidato più forte alla corsa al premio per la sportività è sicuramente Rafael Nadal. Lo spagnolo, vincitore delle ultime tre edizioni, non è soltanto uno dei giocatori più forti di sempre, ma in campo ha un atteggiamento che fa da perfetto esempio per ogni generazione futura. Più difficile che il premio venga assegnato a Casper Ruud e Felix Auger-Aliassime. Per quanto riguarda Frances Tiafoe, beh, la sua candidatura stona con il comportamento che l’americano adotta in campo.

Premio al miglior rientrante

Qui la gara si fa molto più avvincente, visto che tre dei quattro candidati hanno ottime probabilità di successo. Ci sentiamo di escludere dalla corsa Thanasi Kokkinakis, che è rientrato nel circuito, ma senza sbalordire tutti. Andy Murray ha rubato il cuore degli appassionati con prestazioni bellissime nell’ultima parte della stagione e una classifica che è migliorata dal 172° posto fino al 134°. Interessante anche la scalata di Jack Sock nel circuito Challenger, che lo ha riportato dalla 273ª posizione fino alla 146ª. Il più grande salto in avanti, però, è stato di McKenzie McDonald. L’ex promessa del tennis è riuscita a raggiungere per la prima volta una finale Atp a Washington, grazie alle vittorie su Kei Nishikori e Nick Kyrgios, assicurandosi di chiudere l’anno alla cinquantacinquesima piazza, dopo essere partito dalla 194ª.

Miglior giovane

Il favorito alla corsa al premio come miglior giovane è sicuramente l’americano Jekson Brooksby. Il gigante, partito 314 del mondo ed arrivato fino al cinquantaseiesimo posto, ha raggiunto gli ottavi di finale agli US Open ed ha addirittura tolto un set a Novak Djokovic. Gli altri candidati (Brandon Nakashima, Sebastian Baez, Juan Manuel Cerundolo e Hugo Gaston) sono sicuramente molto più staccati.

Giocatore più migliorato

La scelta, per questa categoria, si fa di nuovo molto difficile. Casper Ruud è stato il primo norvegese ad entrare in top10, dopo aver raggiunto due semifinali nei master1000 e le Atp Finals. Carlos Alcaraz è, ormai, sulla bocca di tutti. Lo spagnolo è stato a dir poco sensazionale, guadagnando il primo quarto di finale in uno slam agli US Open e portandosi a casa le Next Gen Atp Finals dominando i propri avversari. Cameron Norrie ha vinto, a sorpresa, il torneo di Indian Wells. Dulcis in fundo, Aslan Karatsev. Il russo è arrivato alle semifinali degli US Open, vinto il torneo di Dubai e battuto Novak Djokovic e Daniil Medvedev in questa stagione.

Coach dell’anno

Anche in questo caso, una candidatura è più forte delle altre. Nonostante i grandi risultati ottenuti da Christian Ruud con il figlio Casper, Juan Carlos Ferrero con Alcaraz e Craig Boynton con Hubert Hurkacz, Gilles Cervara, allenatore di Daniil Medvedev, è stato il migliore. Il coach ha portato il suo pupillo fino alla seconda posizione mondiale e a conquistare il primo slam della carriera agli US Open.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply