Djokovic in Australia, i motivi ufficiali che hanno spinto a dire sì

1

Novak Djokovic andrà in Australia per partecipare agli Australian Open: ecco i motivi ufficiali del sì. Vogliamo ben sottolineare la parola ufficiali perché il tema è a dir poco delicato, per usare un eufemismo.

Il comunicato ufficiale

Sembra impossibile, ma un atleta in perfetta forma fisica e in condizioni eccellenti di salute (tanto da essere il più forte di tutti e numero 1 del mondo) ha ricevuto l’esenzione medica per partecipare agli Australian Open senza vaccino. Occorre ricordare che in Australia non si può entrare senza vaccinazione non solo per giocare, ma anche per lavorare.

Di seguito il comunicato ufficiale di Craig Tiley, CEO di Tennis Australia.

Novak Djokovic competerà agli Australian Open ed attualmente è in viaggio per l’Australia. Sono stati stabiliti dei protocolli indipendenti e giusti per assegnare l’esenzione medica per il vaccino. Il motivo è rendere gli Australian Open un torneo divertente e sicuro. Le decisioni in questo processo sono prese da esperti medici indipendenti ed ogni candidatura è presa in esame in dettaglio.

Il caso di Djokovic è stato studiato e si accetta l’ordine di un’esenzione medica”.

Parole che fanno riflettere e sorridere visto che la richiesta avrebbe dovuto essere sottoposta ad immunologi e ad esperti di malattie infettive, oltre che a una seconda equipe qualificata. Le cose sono due: o Djokovic ha nascosto per anni altre patologie o stiamo assistendo ad una delle buffonate più grandi del mondo dello sport.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

1 commento

Leave A Reply