Dopo le follie di Acapulco arriva il pentimento di Zverev. Troppo tardi

0

Alexander Zverev è stato escluso dall’Atp500 di Acapulco dopo la follia alla fine del suo match di doppio con Marcelo Melo. Il tedesco ha preso a racchettate la sedia dell’arbitro con un fare molto minaccioso. Il giorno dopo sono arrivate le scuse tramite una storia su Instagram.

Il comportamento folle

Alexander Zverev è stato cancellato dal tabellone dell’Atp500 di Acapulco per condotta antisportiva. Il tedesco, in un raptus di follia nella partita di doppio in coppia con Marcelo Melo, ha preso a racchettate la sedia dell’arbitro per una chiamata a suo giudizio sbagliata.

Da lì la decisione immediata: esclusione dal torneo. Nonostante ciò, c’è chi chiede a gran voce una pena molto più severa, che porterebbe Sasha fuori dal circuito per un po’ di tempo.

Nel mentre, tramite una storia apparsa sul proprio profilo Instagram, Zverev si è voluto scusare pubblicamente per il brutto episodio che l’ha visto protagonista.

Non è facile esprimere a parole quanto mi sia pentito del comportamento tenuto durante e dopo il mio match di doppio di ieri. Mi sono scusato in privato con l’arbitro di sedia perché la mia rabbia nei suoi confronti è sbagliata e inaccettabile e sono molto deluso con me stesso per quello che ho fatto. Non sarebbe dovuto accadere e non ci sono scuse. Mi voglio inoltre scusare con i tifosi, con il torneo e con lo sport che amo.

Come sapete, do tutto me stesso in campo. Ieri, ho dato troppo. Prenderò i prossimi giorni per riflettere sulle mie azioni e sul fatto che non debbano più succedere cose del genere. Mi scuso con tutti per essermi lasciato andare in quella maniera vergognosa”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply