Novak Djokovic dice addio a Marian Vajda dopo 15 anni

0

Novak Djokovic e il suo storico coach, Marian Vajda, si dicono addio dopo 15 anni insieme nel circuito professionistico. La decisione è stata presa congiuntamente da entrambi dopo le Atp Finals di Torino della scorsa stagione.

I motivi della separazione

Marian Vajda, lo storico coach di Novak Djokovic, non era seduto nel box del serbo durante le Atp Finals di Torino, non l’ha accompagnato in Australia e non era presente a Dubai nell’ultimo torneo da numero 1 del mondo. Tre indizi che fanno una prova: i due hanno deciso congiuntamente di separare le proprie strade.

Dall’avvento di Goran Ivanisevic, Vajda si è sempre più defilato per dedicarsi alla vita privata e alla propria famiglia dopo più di 15 anni in giro per il mondo con Djokovic.

I due hanno ottenuto tutto in carriera, visto che il coach era al fianco del serbo in ognuno dei suoi più importanti traguardi raggiunti.

È stato votato come miglior allenatore dell’anno nel 2018 (dopo il breve addio del 2016-2017) dall’Atp, a testimonianza del grande lavoro svolto. Inoltre, il comitato olimpico serbo l’ha nominato miglior coach in due anni di fila (2010 e 2011).

Djokovic, nei prossimi tornei, continuerà ad essere accompagnato dai suoi fisioterapisti, Ulises Badio e Miljan Amanovic, e dal suo preparatore atletico, l’italiano Marco Panichi.

Infine, come detto in precedenza, negli appuntamenti più importanti ci sarà Goran Ivanisevic, al fianco del serbo dal 2019.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply