Ex numero 1 durissimo con Zverev: va sospeso dal tour

0

L’ex numero 1 del mondo e sette volte campione slam, Mats Wilander, è tornato a parlare in maniera molto dura di Alexander Zverev. Lo svedese, che aveva già commentato l’episodio accaduto ad Acapulco, si augura una sospensione del tedesco dal tour.

Il cattivo esempio per i giovani

In una recente intervista con Eurosport, Mats Wilander è tornato a parlare del cattivo esempio che alcuni giocatori stanno dando alle nuove generazioni. L’ex numero 1 del mondo si è voluto soffermare sugli atteggiamenti di Nick Kyrgios e Alexander Zverev.

Nel tennis impari come ci si deve comportare, impari a vedere le cose da un altro punto di vista e ti devi abituare a rispettare il giudizio altrui. È un gioco che ti abitua alla vita e a seguire delle regole, ma questi ragazzi la stanno prendendo in un’altra maniera.

Lleyton Hewitt, per esempio, mi ha detto che i ragazzi australiani si comportano come fa Kyrgios. Non sto dicendo che lanciando racchette o fanno cose simili, ma colpiscono la palla come fa Nick. Questo, però, non è giusto perché lui lo fa grazie al suo incredibile talento, ma non usa per niente i piedi nei suoi colpi. Lui si limita a giocare col braccio e questo non va bene per chi cerca di imparare: è atroce.

Credo che la cosa più terribile, però, sia spaccare una racchetta in campo. Molti bambini non si possono permettere una racchetta e mostrare immagini del genere non è ammissibile.

È per questo che sto chiedendo che Zverev non debba solamente sottostare ad una prova. Deve essere sospeso dal tour per uno o due mesi. Deve saltare qualcosa di importante come uno slam o un master1000, non va bene che gli si dica solamente che non deve più farlo. Non ha senso, la vera vita non funziona così”.


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply