Federer e Nadal in silenzio sulle questioni sensibili? La risposta di Rublev

1

Roger Federer e Rafael Nadal sono abituati ad essere costantemente sotto la luce dei riflettori per i loro successi sportivi, ma rimangono spesso in silenzio sulle questioni sensibili. Andrey Rublev ha provato a motivare questa loro scelta in un’intervista al termine dell’Atp250 di Belgrado.

Il silenzio di Roger e Rafa

Roger Federer e Rafael Nadal sono sulle prime pagine dei notiziari sportivi da vent’anni per le loro gesta in campo. Quello che, però, fa storcere il naso a qualche addetto ai lavori e non è la loro poca propensione a parlare di questioni sensibili. Un esempio? La guerra in atto in Ucraina o la questione (meramente sportiva) riguardo l’affaire Novak Djokovic in Australia.

Sulla faccenda è voluto intervenire l’ultimo vincitore dell’Atp250 di Belgrado, Andrey Rublev. Il russo, dopo diverse contestazioni sui social network, è stato uno dei primi a condannare l’operato del presidente Putin.

Onestamente, non so perché agiscano così. Non ho veramente ipotesi a riguardo. Molto meglio chiedere direttamente a loro i motivi. Non voglio dire troppe cose ed essere frainteso. Forse potrebbe essere per via della protezione della propria immagine o forse perché hanno pensieri discordanti rispetto alle questioni sensibili? Non saprei proprio”.



Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

1 commento

  1. Ma basta gli sportivi somo stati sanzionati per via della vile aggressione a un oaese europeo e demicratico.noi che amiamo la democrazia ce ne facciamo una ragione.facciano altrettanto

Leave A Reply