Quanto sono “longevi” i top-10 italiani? Guida Berrettini, chiude Fognini

0

Sono cinque i tennisti italiani che sono stati in top-10 da quando esiste l’era Open, dal 1968, e da quando esiste il sistema di calcolo dell’Atp. I nomi sono noti a tutti, trattandosi dei più grandi tennisti azzurri degli ultimi cinquant’anni. Parliamo, in ordine cronologico, di Adriano Panatta, Corrardo Barazzutti, Fabio Fognini, Matteo Berrettini e Jannik Sinner.

Un ordine che cambia se invece di considerare la data in cui sono entrati per la prima volta tra i primi dieci del mondo, consideriamo la longevità, ossia il numero di settimane in cui sono rimasti nell’olimpo del tennis mondiale. Una classifica che speriamo possa tornare ad aggiornarsi presto, visto che tre dei cinque top-10 italiani sono ancora in attività.

Ranking Atp, Berrettini il tennista italiano per più tempo in top-10

Il tennisti azzurro che è stato per più tempo tra i primi dieci è Matteo Berrettini. Sono 116 le settimane totali in cui il 26enne romano è stato tra la sesta (best ranking) e la decima posizione. Va detto che parliamo di 103 pubblicazioni della classifica ufficiale da parte dell’Atp, visto che il ranking è stato congelato da marzo ad agosto 2020 a causa del Covid, quando Matteo era numero 8 del mondo.

Parliamo al passato perché purtroppo, nonostante i successi di queste ultime settimane (campione a Stoccarda e al Queen’s), Berrettini è uscito dalla top-10 per la prima volta da ottobre 2019 e passerà probabilmente un po’ di tempo prima che ci rientri, visto che – a prescindere dal risultato che otterrà – perderà i 1.200 punti conquistati lo scorso anno con la finale di Wimbledon, a causa della decisione dell’Atp di non assegnare punti ai Championships, in segno di protesta per il ban imposto dagli organizzatori dei Championships agli atleti russi e bielorussi.

Dietro di lui, con meno della metà delle settimane passate in top-10 (52) c’è Adriano Panatta, che però ha un best ranking migliore di Matteo (numero 4 del mondo) e soprattutto ha messo in bacheca un torneo del grande Slam, il Roland Garros del 1976. Segue Corrado Barazzutti, in top-10 per 45 settimane e best ranking numero 7.

Tornando ai giorni nostri, troviamo Jannik Sinner che, nonostante non abbia ancora compiuto 21 anni, è stato già 17 settimane tra i primi dieci giocatori del mondo (ora è numero 13), con un best ranking alla numero 9. Al contrario di Berrettini, tornerà presto in top-10 proprio per il ragionamento inverso rispetto a quello fatto per Matteo: non avendo praticamente punti da difendere a Wimbledon, sarà uno dei tennisti del gruppo di testa meno penalizzati in assoluto.

Chiude la classifica Fabio Fognini. Il ligure è stato in top-10 per nove settimane, nel 2019, dopo la vittoria più importante della sua carriera, il Masters 1000 di Montecarlo. È stato, a 32 anni, il tennisti più anziano di sempre a fare il suo ingresso per la prima volta tra i primi dieci giocatori del mondo.

>>> Il ranking Atp aggiornato in tempo reale

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply