Né Djokovic, né Berrettini, né Nadal: ecco il giocatore più temibile sull’erba secondo Kyrgios

0

Nick Kyrgios sta disputando un’ottima prima parte di stagione. L’australiano ha giocato 22 partite e ne ha perse solamente sei, cinque delle quali contro top20. L’unica sconfitta con un tennista fuori dai primi venti è arrivata con Andy Murray a Stoccarda, giudicato dall’australiano il giocatore più difficile da affrontare sull’erba.

Le parole di Nick prima di Wimbledon

Nick Kyrgios è pronto a prendere parte all’edizione 2022 di Wimbledon tanto nel tabellone di singolare quanto in quello di doppio. Mai come in questa stagione, l’australiano può ambire ad un piazzamento molto importante. Nick, infatti, ha disputato un buon numero di partite ed ha perso solo contro tennisti top20. Solo in un’occasione è arrivata una sconfitta con uno fuori dai primi 20, Andy Murray, giudicato dall’aussie l’avversario più difficile da trovare sull’erba.

Credo che lui sia ancora il tennista più complicato da affrontare sull’erba. Penso che sappia gestire alla perfezione la velocità, la risposta, il momento della partita, lo slice, le volée… Insomma, se stesse bene fisicamente non vorrei mai affrontarlo sull’erba. Sto giocando bene quest’anno. Il primo set con lui è stato il massimo che un atleta possa produrre su un campo da tennis”.

La stoccata agli organizzatori è arrivata parlando del torneo di doppio, che si appresta ad affrontare con l’amico Thanasi Kokkinakis.

Ad essere onesto, non sono entusiasta di giocare un torneo di doppio al meglio dei cinque set. Sono felice, ma all’idea di dover giocare altri due o tre set sull’1 a 1 non mi entusiasmo. Credo che scegliere di giocare cinque set sia la cosa più stupida al mondo, non ho idea di perché ci sia ancora questa regola. Nessuno vuole giocare o vedere le partite di doppio al meglio dei cinque set”.

Share.

Leave A Reply