Mouratoglou sul servizio di Kyrgios: simile a quello di Sampras, vi spiego i suoi segreti

0

In un video apparso sulla sua pagina Instagram, il super coach Patrick Mouratoglou ha analizzato il servizio di Nick Kyrgios. È subito nato il paragone con quello di Pete Sampras e, durante il video, il coach ha spiegato i segreti della potenza del colpo dell’australiano.

Il paragone con Sampras e i segreti

Nick Kyrgios è sicuramente uno dei migliori servitori dell’intero circuito. Riesce a fare tutto quello che vuole, dall’ace da sotto a traiettorie imprendibili per gli avversari. Mouratoglou ha voluto dedicare un video per spiegare i segreti del colpo dell’australiano.

Credo che sia imprevedibile. Può servire in qualsiasi posizione senza cambiare il lancio. Sempre lo stesso. Colpisce la palla quando si sta alzando e questo è molto raro nel tennis di oggi. Il ritmo che ha è sempre lo stesso.

L’abilità di non farsi leggere il servizio è per pochi. Pete Sampras era uno di quelli che ci riusciva. Tutti i giocatori dicono che è impossibile capire dove servono perché il lancio è sempre lo stesso. Solo alla fine decide se andare da una parte o dall’altra. È quindi impossibile da capire e questo rende il colpo così speciale.

Il fatto che la sua mano sia così sciolta gli permette di dare una grande potenza e, grazie anche all’altezza, riesce a colpire forte senza alcuno sforzo. Puoi vederlo che non si stanca, è tutta una questione di ritmo.

Ha grande potenza grazie al ritmo e se guardiamo la sua mano è completamente libera e può usarla per decidere l’effetto e la zona di campo in cui cadrà la palla. Può farla andare molto corta, che è la cosa più difficile da fare al servizio.

Ha grande fiducia sulla sua seconda di servizio e non ha paura di spingerla. Non pensa che ha una seconda, pensa a colpire un ace. Lo puoi vedere: non ha paura e serve con grande coraggio”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da THE COACH (@patrickmouratoglou)

Share.

Leave A Reply