Partenza da incubo per Sinner a Montreal. Ma riesce a salvarsi

0

Bella rimonta di Jannik Sinner all’esordio del Master Mille di Montreal. Il nostro numero uno chiude il primo atto canadese con il punteggio di 2-6 6-4 6-2 contro il numero 70 della classifica mondiale Adrian Mannarino

Nella prima parte del match il 34enne francese, reduce da due buoni turni di qualificazione, gioca decisamente meglio, praticamente in trance agonistica. Difende bene la rete, dritti molto profondi e con peso. Gioca di fatto il suo miglior tennis, chiudendo il primo parziale 6-2. Tanti gli errori da parte del nostro Jannik, evidentemente troppi: pecca di servizio, con una bassa percentuale di prime palle e una fase di costruzione dettata da poca pazienza. Un dato su tutti fa capire la sintomatologia del momento: zero vincenti con il dritto per l’azzurro.

Nel secondo parziale l’azzurro risulta comunque molto più incisivo con il servizio, mettendo molte più prime in campo, e questo gli permette insieme a un livello più altro di gioco di non subire più il gioco dell’avversario. Chiude così 6-4.

Nel terzo set, però, arrivano i problemi fisici per Mannarino, al ginocchio terzo, quando sotto 2-1 è costretto a chiedere un medical time out per farsi applicare una fasciatura semi rigida. Si va avanti, anche se la partita sembra ormai compromessa, con Mannarino a tratti zoppicante. In un primo momento l’equilibrio rimane, ma dopo qualche passaggio Sinner esegue il suo sprint definitivo strappando il servizio al francese e portandosi 5-2 e servizio a disposizione. Non sbaglia e chiude la pratica dopo 2 ore e 5 minuti.

Share.

Leave A Reply