“Ci sono 15 f***i gradi, fratello”. Lo sfogo di Kyrgios in campo (ma non fuori)

0

La striscia di successi di Nick Kyrgios si è fermata a quota 9, data la sconfitta subita dall’australiano contro Hubert Hurkacz ai quarti del Masters 1000 di Montreal. Dopo aver perso il primo set al tiebreak, il nativo di Canberra era riuscito a riportarsi in parità vincendo il secondo atto, conclusosi nuovamente al mini-parziale decisivo. Poi, però, nell’ultima frazione della sfida, il polacco è salito in cattedra, guadagnandosi la semifinale con un perentorio 6-1.

Il motivo del crollo di Nick? L’estroso giocatore ha spiegato in conferenza stampa di aver avuto grossi problemi fisici, aggravati dalla lunga pausa tra secondo e terzo set. Ed è proprio qui che volevamo arrivare. Già, perché, se dinanzi ai giornalisti Kyrgios è apparso abbastanza calmo, in campo sicuramente non è stato così…

Toilet-break lungo di Hurkacz, Kyrgios non ci sta

Ricostruiamo la vicenda. Perso il secondo set, Hurkcaz è andato a fare una pausa in bagno e, nel frattempo, si è anche cambiato i vestiti. Il polacco è poi rientrato sul rettangolo di gioco dopo parecchio tempo, ma sempre entro i cinque minuti concessi dal regolamento. Quanto basta a scatenare l’ira di Nick, che si è sfogato contro il giudice di sedia urlando: “Non siamo macchine del cazzo, fratello. Non possiamo andare e fermarci, andare e fermarsi, andare e fermarsi. Nessuno ha bisogno di cambiarsi i fottuti vestiti con una fottuta temperatura di 15 fottuti gradi fratello! Perché si è cambiato i vestiti? Non c’era bisogno!”.

Kyrgios praticamente sosteneva che Hurkacz avesse usufruito del cambio d’abiti non per necessità, visto il clima tutt’altro che caldo, bensì per spezzare un’inerzia che sembrava in procinto di spostarsi verso l’australiano. Come dicevamo in apertura, però, il fresco vincitore del Citi Open ha poi gettato acqua sul fuoco in conferenza stampa. Queste le sue parole a riguardo:

“Dopo la pausa, il mio corpo era così rigido che non riuscivo a muovermi correttamente. Ma quello che ha fatto è all’interno delle regole, non ho intenzione di lamentarmi”.

>>> Dove vedere il Masters 1000 di Montreal e il Wta 1000 di Toronto di tv e streaming

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply