L’Italia del tennis vola e Binaghi si gode il momento. Le sue parole

0

L’Italia del tennis sta volando grazie ai successi e ai piazzamenti importanti dei ragazzi e delle ragazze nel tour. Non è, però, finita qui la stagione: novembre sarà il momento chiave con la fase finale di Billie Jean King Cup e Coppa Davis (per le squadre), Atp Finals a Torino e NextGen Finals a Milano. In una recente intervista, il presidente della FIT Angelo Binaghi ha voluto parlare del movimento italiano.

La soddisfazione del numero 1

L’Italia, dopo un momento di difficoltà e appannamento, è tornata a fare la voce grossa nel tennis mondiale. I ragazzi di Filippo Volandri si sono riusciti a qualificare per le fasi finali di Coppa Davis, così come le ragazze di Tathiana Garbin in Billie Jean King Cup.

Inoltre, Matteo Berrettini e Jannik Sinner sognano ancora un posto alle Atp Finals, mentre sono in molti i giovani azzurri in piena corsa per le NextGen Finals.

Del bel periodo del tennis azzurro ha voluto parlare il presidente della FIT Binaghi, visibilmente soddisfatto e positivo per il futuro.

A Volandri e a questa nazionale che puoi dire più di bravi? Come con le ragazze dieci anni fa, ma forse anche di più, abbiamo non solo grandi tennisti, ma dei ragazzi perfetti. Questo per noi è un piacere e un grande onore, significa che il tennis italiano tramite noi ha fatto qualcosa di buono in questi anni.

Adesso cerchiamo anche di arrivare primi, così giocheremo contro una seconda nel primo turno a Malaga. Non ci nascondiamo, vogliamo vincere la Coppa Davis nel giro di 4-5 anni. Abbiamo tutte le carte in regola per poterlo fare. Abbiamo alcuni giocatori con il carattere per vincere match anche quando non giocano bene, una squadra completa e un bel clima.

Complimenti a Bologna. Abbiamo fatto bene a scegliere questa sede, insieme all’amministrazione regionale, al presidente Stefano Bonaccini e al Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei ministri.

È una città centrale per il nostro sport dove torniamo dopo oltre quarant’anni. Ha confermato il grande entusiasmo per i nostri due sport, per il tennis e il padel. Confermiamo quanto visto agli Internazionali d’Italia, con il record assoluto di incasso e di presenze di pubblico pagante, e il successo del Premier Padel a Roma. Passiamo da qua e siamo sicuri di ottenere lo stesso risultato di grande passione e riempimento dello stadio a Firenze e Napoli per gli Atp250, a Milano per le Intesa Sanpaolo NextGen Atp Finals e a Torino per le Nitto Atp Finals.

Novembre è la fotografia dell’impegno al quale siamo sottoposti adesso. Nessuna federazione al mondo è sottoposta a questo stress, meno male che siamo una federazione collaudata, di grandi risorse e potenzialità. Siamo un gruppo affiatato di dirigenti, ci divideremo le incombenze per far sì che questi quattro eventi vengano seguiti al meglio.

Bisogna essere consapevoli di quello che abbiamo e delle nostre potenzialità. Abbiamo nove giocatori tra i migliori under21 del mondo, quindi potremo essere ancora più forti quello che siamo oggi. Dobbiamo stare sul pezzo, tenere i piedi per terra e iniziare a monetizzare tutte le aspettative che il mondo intero ha sul tennis italiano”.

>> Le sette migliori racchette in circolazione per i colpi in top spin

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply