Il più forte contro cui abbia giocato e la miglior partita della mia carriera? Parla Milos Raonic

0

In un’intervista di qualche tempo fa al Telegraph, Milos Raonic ha risposto ad una domanda diretta su quale fosse il giocatore più forte che abbia mai incontrato: “So che la mia affermazione può essere controversa, ma dico Novak Djokovic. Ho cominciato la mia carriera nel circuito nel 2011 e posso dire con relativa certezza che da quel momento Nole sia stato decisamente il più dominante. Non ho potuto ‘testare’ la forza di Roger Federer o Rafa Nadal prima del 2010″.

E anche su quale sia stata la sua partita migliore, il canadese non ha nessun dubbio: “Sicuramente la semifinale di Wimbledon del 2016, in cui ero sotto due set a uno contro Roger e sono riuscito a vincere in rimonta. Penso sia anche stata la prima semifinale persa da lui ai Championships. Nei due anni precedenti mi aveva battuto semplicemente, quindi quella vittoria ha un significato ancora più importante”.

Infine una preferenza personale riguardo i suoi gusti in fatti di città: “Sono un grande fan di New York, per noi canadesi gli US Open sono il torneo del Grande Slam più vicino a casa, quando gioco lì ho vicino tutta la mia famiglia. Monaco è un’altra delle mie città preferite, ma soprattutto mi piacerebbe visitare meglio Londra, per le bellissime mostre che ci sono sempre alla Tate Gallery e Tate Modern”.

Milos Raonic non calca un campo da tennis dal luglio dello scorso anno, quando era numero 22 del mondo. È stato addirittura numero tre del mondo (proprio nel 2016), ma a causa dei molteplici problemi fisici, il suo nome è letteralmente scomparso dai radar negli ultimi mesi. A soli 31 anni la sua carriera sembra compromessa, ma la speranza è che possa trovare il modo di tornare ai livelli che gli competono.


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply