Ranking Atp, Djokovic torna numero uno? Inevitabile più che possibile

0

Il modo in cui Novak Djokovic ha affrontato gli ultimi mesi di stagione e vinto le Finals ha trasmesso al mondo del tennis la convinzione che il serbo, ad oggi, è ancora l’uomo da battere. Nonostante i trentacinque anni, infatti, quando gli è stato permesso, Nole ha letteralmente monopolizzato la scena, conquistando cinque titoli su sette finali disputate. La sensazione è che in un’annata normale sarebbe rimasto saldamente al comando della classifica Atp.

Ecco quando Djokovic può tornare numero uno al mondo

Australian Open, sospiro di sollievo Djokovic: potrà partecipare

Foto Atp Tour

E invece non è stata una stagione normale: Djokovic ha dovuto fare i conti con la sua scelta di non vaccinarsi contro il Covid-19 (non ha potuto partecipare a numerosi tornei prestigiosi), nonché con la decisione dell’Atp di non assegnare punti a Wimbledon in segno di protesta contro il ban imposto dal torneo inglese nei confronti dei tennisti russi e bielorussi. Migliaia di punti che si son sciolti come neve al sole, con conseguente arretramento fuori dalla top-15. Ma adesso Nole è tornato alla carica e vuole riprendersi tutto ciò che gli appartiene.

Djokovic, tornare sul trono si può

Attualmente il nativo di Belgrado occupa la quinta posizione della classifica mondiale, con un bottino di 4820 punti all’attivo, 730 in meno di Stefanos Tsitsipas, 1000 in meno di Casper Ruud, 1200 in meno di Rafael Nadal e 2000 in meno del leader Carlos Alcaraz.

Considerato il fatto che il governo australiano gli ha riaperto le porte, Djokovic potrebbe non impiegare parecchio a scalare posizioni, soprattutto visto che non ha punti da difendere agli Australian Open e che la sua tradizione sul cemento di Melbourne è semplicemente trionfale (9 titoli, più di chiunque altro). Inoltre, sembra che gli Stati Uniti stiano per cambiare politica circa le restrizioni anti-covid, consentendo l’ingresso nel Paese agli stranieri non vaccinati.

Insomma tra Australian Open, Indian Wells e Miami, il ventuno campione slam ha una caterva di punti da conquistare. Al contrario, tra il Rio Open (Brasile) e i tornei del “Sunshine Double“, Carlos Alcaraz ne ha un’infinità da perdere. Stesso discorso per quanto riguarda Nadal. In tale scenario, volendo esagerare, il ritorno in vetta di Djoker sembrerebbe un’inevitabile certezza più che una possibilità.

>>> Coppa Davis. Italia-Usa: pronostico, programma, come seguirla in TV e streaming

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply