Mou e le nuove generazioni del tennis: da Medvedev e Tsitsipas ad Alcaraz e Sinner
M

Il super coach Patrick Mouratoglou ha voluto analizzare le due nuove generazioni del tennis e la loro fortuna contro i Big Three (Rafael Nadal, Novak Djokovic e Roger Federer). Il francese ha parlato di Stefanos Tsitsipas, Andrey Rublev e Daniil Medvedev, prima di spostarsi a Carlos Alcaraz e Holger Rune.

Più fiducia per chi arriva dopo

Tutti, o quasi, i giocatori nati negli anni ’90 che si sono affacciati al tennis di grandissimo livello hanno dovuto fare i conti con i Big Three al massimo del proprio livello fisico e di gioco. Proprio per questo motivo, solamente Medvedev e Dominic Thiem sono riusciti a vincere un titolo slam tra i tennisti della loro generazione.

Un fardello pesante: affrontare i più forti in quasi tutte le prove dello slam ed uscire sempre sconfitti. Il risultato: una fiducia che fatica a crescere e una consapevolezza dei propri mezzi sempre più lontana.

Questa la sintesi dell’ottimo spunto di Mouratoglou sui propri canali social.

La generazione dei vari Medvedev, Tsitsipas e Rublev è stata sfortunata perché ha dovuto affrontare Rafa e Novak in un momento in cui sembravano imbattibili. Le numerose sconfitte contro di loro hanno minato la fiducia in se stessi”.

Discorso contrario per i nati dopo il 2000, che hanno potuto affrontare i Big Three in una fase più complicata delle rispettive carriere, riuscendo più di una volta a vincere.

Le generazioni più giovani, Alcaraz e Rune per esempio, non hanno dovuto affrontare questo problema. Hanno la prospettiva di poter vincere con chiunque e questa è la loro forza. In ogni caso, nessuna generazione è riuscita a spostare dal trono Federer, Djokovic e Nadal e questo dimostra che sono i più grandi di sempre.

Oggi la situazione è molto interessante perché nessuno è dominante e riesce a giocare tutti i tornei. In più abbiamo due generazioni che richiedono il proprio spazio. La prima è quella di Medvedev, Tsitsipas e Rublev, poi c’è quella di Alcaraz, Rune, Felix Auger-Aliassime e Jannik Sinner. Si giocheranno i primi posti del mondo per molti anni. Proveranno a vincere più slam possibile e renderanno il tennis molto appassionante”.

>> Le sette migliori racchette in circolazione per i colpi in top spin

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Articoli correlati

spot_img