Tennis, verso un 2023 pieno di speranze: tutti i Next Gen azzurri pronti a sbocciare
T

Finita la stagione o quasi (si stanno giocando ancora diversi tornei Challenger), è tempo di fare il punto della situazione sulla Next Gen italiana, salita alla ribalta in questo 2022 con ben tre rappresentanti alle Finals di Milano. Chi, tra i tantissimi azzurri in rampa di lancio, può fare il salto di qualità nel 2023?

Next Gen Italia, il punto della situazione in vista del 2023

luca nardi
Foto Instagram Nardi

Iniziamo col dire che, potenzialmente, quasi tutti i giovani azzurri presenti nella top-200 Atp potrebbero ritagliarsi uno spazio importante nel corso della prossima stagione. Facciamo i nomi in ordine di ranking:

120. Francesco Passaro; 129. Luca Nardi; 133. Matteo Arnaldi; 153. Mattia Bellucci; 162. Giulio Zeppieri; 172. Flavio Cobolli; 177. Luciano Darderi; 200. Francesco Maestrelli.

Di questi otto giocatori, tutti tranne Bellucci e Darderi hanno già disputato almeno un partita nel circuito maggiore. Il principale indiziato a tornarvi con una certa costanza è sicuramente Nardi, diciannovenne vincitore quest’anno di tre Challenger (Forlì, Lugano e Mallorca) e protagonista in vari tornei Atp, tra cui il 500 di Astana. Lo ricordiamo, sul cemento kazako il pesarese ha superato le qualificazioni e il primo turno, trovandosi al cospetto di Stefanos Tsitsipas agli ottavi. Contro il greco, Luca ha sfoderato una grandissima prestazione, ma poi ha dovuto arrendersi in due tiebreak. Non vorremmo esagerare, ma potremmo presto vederlo in top-50.

Discorso simile per Passaro, anch’egli protagonista in svariate competizioni importanti e in procinto di trovare la sua definitiva dimensione. Per il perugino, però, l’obiettivo più realistico per i primi mesi dell’anno nuovo è quello di entrare nella top-100.

Un altro giocatore che si è fatto notare in Atp durante la stagione che sta per concludersi è Zeppieri. Semifinalista a Umago, dove ha messo in seria difficoltà il numero uno al mondo Carlos Alcaraz, Giulio ha dimostrato di avere colpi eccezionali, solidità, fantasia. Ma purtroppo non è ancora riuscito a trovare la continuità di rendimento necessaria per restare ad altissimi livelli. Da pochi mesi ha cambiato team, la speranza è che possa presto iniziare a raccogliere i frutti.

Poi abbiamo Arnaldi, Cobolli e Maestrelli, altri tre giovani scalpitanti del movimento nostrano alle prese con il difficile salto di categoria. Nel 2022, l’exploit più grande tra i tre l’ha fatto registrare Maestrelli, grazie a un volo di oltre 500 posizioni. Per le sue caratteristiche che si sposano a meraviglia con il cemento, non è da escludersi che nel giro di qualche mese possa approdare in top-100.

Anche Arnaldi è migliorato costantemente, tanto da attestarsi come ottava forza dell’Italtennis. La speranza è che continui a lavorare con la stessa convinzione. Se ciò avverrà potrà certamente togliersi delle belle soddisfazioni ed entrare nel novero dei primi centro al mondo.

Venendo a Cobolli: dopo l’exploit del 2021, Flavio ha rallentato un pochino la sua crescita e adesso si trova al di fuori della top-150. Come ci ha fatto già vedere, tuttavia, possiede tutte le qualità per riuscire a rialzare i giri del motore e raggiungere quelle posizioni che il suo talento meriterebbe.

Per ultimi, ma non per importanza, abbiamo Darderi e Bellucci, i due azzurrini più sanguigni dell’elenco. Il toro italo-argentino, un po’ come Cobolli, ha attraversato una stagione travagliata, in cui ha dovuto fare i conti anche con il suo temperamento. Se metterà a posto qualche dettaglio e riuscirà a trovare un buon equilibrio, nulla gli sarà precluso, specialmente sulla terra rossa.

Il classe 2001 di Busto Arsizio, invece, è stato la vera sorpresa del 2022, che ha iniziato da numero 680 e chiuderà a ridosso della top-150. Che dire, questo ragazzo, dotato di una grande esuberanza, è una vera forza della natura, per determinazione, inventiva, carattere. Dovesse continuare così ne vedremo delle belle.

>> I dieci migliori grip per le vostre racchette

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Articoli correlati

spot_img