Il colpo prediletto? Singolare o doppio? Le risposte di Kyrgios sorprendono sempre
I

Dopo un biennio 2020-2021 estremamente complicato, Nick Kyrgios è tornato a grandi livelli in questa stagione, conquistando titoli sia in singolare che in doppio. Tuttavia, nonostante un leggero cambio di approccio al tennis, il bad boy nativo di Canberra ha confermato la sua fama di personaggio controverso in varie occasioni.

L’ultima? Il rifiuto di prendere parte alla Coppa Davis con la selezione australiana, che ha scatenato le ire del capitano Lleyotn Hewitt e di Alex De Minaur. L’aggravante è che Nick ha giustificato così la sua assenza a Malaga: “Sto solo passando tempo di qualità con i miei cari e andrò in Arabia Saudita con la mia fidanzata per un compenso a sei cifre”. Nel dettaglio, il numero 22 al mondo parteciperà alla Diriyah Cup, torneo di esibizione che andrà in scena in dall’8 al 10 dicembre.

Kyrgios alla Diriyah Tennis Cup

Smaltite le fatiche di un 2022 molto impegnativo e archiviate con nonchalance le critiche di coach e colleghi, Kyrgios tornerà in campo alla Diriyah Tennis Cup, in Arabia Saudita. Manca ancora qualche giorno all’inizio del torneo, ma il divertimento sui social dell’evento è già assicurato. Ecco le immagini in cui Nick fa le sue personalissime scelte su cosa preferisce nel tennis.

Chiamato a scegliere il suo colpo prediletto, Kyrgios ha indicato il rovescio. Poi ha affermato di preferire “urlare” anziché “rimanere in silenzio” durante un punto – su questo non avevamo dubbi – e che gli piacciono maggiormente gli allenamenti “cardio” rispetto a quelli di” resistenza”. Infine, dopo un po’ di indecisione, ha rivelato di preferire il singolare al doppio.

“Voglio lasciare il segno”. Le parole di Kyrgios in vista del torneo

Kyrgios dà l’appuntamento all’Australian Open
Foto Atp Tour

“Sono molto curioso di andare in un posto nuovo. Non sono mai stato in Arabia Saudita e sono entusiasta di andarci con la mia ragazza… Ho un amico di famiglia che vive lì, e me ne parla molto bene. Inoltre, amo questo tipo di eventi, non l’ora di giocare. È molto importante che i fan siano coinvolti. Personalmente, mi piace andare in posti dove il tennis non è molto conosciuto… voglio cercare di attirare l’attenzione e farli divertire. Quando mi ritirerò dal tennis, voglio essere sicuro di aver lasciato un segno e di aver portato molti nuovi fan a questo sport”.

>> Le sette migliori racchette in circolazione per i colpi in top spin

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Articoli correlati

spot_img