Cos’hanno in comune Agassi e il principe Harry?
C

Appartengono a due mondi completamente diversi, ma Andre Agassi e il principe Harry hanno, da poco, una cosa in comune nelle loro vite pubbliche. Il tennista e il membro della famiglia reale, infatti, hanno condiviso lo stesso ghost writer per scrivere le loro autobiografie.

Lo scrittore dei grandi

Nel 2009 è uscita una delle, se non la, migliori autobiografie di uno sportivo. Si tratta di Open, il libro che racconta la vita professionale e privata di Agassi. Una storia che ha scosso tutti, aprendo alla vera vita che si cela dietro i sorrisi apparenti degli sportivi.

Una panoramica del proprio io, portato all’esasperazione dalla copertina laconica con il viso dell’ex numero 1 del mondo.

Dietro le bellissime pagine del libro c’è uno dei migliori ghost writer in circolazione: John Joseph Moehringer (JR Moehringer il suo pseudonimo).

Nato a New York nel 1964 e laureato a Yale nel 1986, Woehringer ha dedicato la propria vita alla scrittura, tanto da giornalista (collaboratore del New York Times, Rocky Mountain News, Los Angeles Times e vincitore del premio Pulitzer nel 2000) quanto da editore e scrittore (ha creato la rivista The Tender Bar nel 2005, che nel 2021 è stata adattata a film con la regia di George Clooney e la partecipazione di Ben Affleck).

Oltre alla biografia di Agassi, John si è occupato anche di Spare, il libro sulla vita del principe Harry che sta attirando su di sé le attenzioni di tutto il mondo. In molti stanno cercando (e trovando) analogie tra le due opere ed una è lampante anche agli occhi meno esperti: entrambe le copertine hanno il viso del protagonista in primo piano.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Articoli correlati

spot_img