Federer, Djokovic, i match point e quei due precedenti da incubo a New York

0

Della pazzesca finale di Wimbledon 2019, una delle partite di tennis più belle, intense e appassionanti della storia, si ricorderanno soprattutto quei due match point sprecati da Roger Federer sull’8-7 al quinto set. Due punti giocati male dallo svizzero, che nel primo caso ha provato a chiudere subito il punto con un’accelerazione impossibile e nel secondo caso è stato protagonista di una discutibile discesa a rete, con la speranza che Novak Djokovic sbagliasse la misura del passante.

Se c’è un punto in cui possiamo dire che Roger abbia perso la partita, è proprio quel passaggio, al di là del fatto che il serbo ha gestito e giocato i tre tie-break da numero uno del mondo. Che Nole sia un’incredibile macchina da tennis lo sappiamo da anni, ma il 14 luglio 2019 ne abbiamo avuto la più sublime conferma.

Quello dei match point sprecati contro Djokovic, però, è un incubo che si rimaterializza per Federer, che, invece, pur essendo il tennista più vincente, e probabilmente il più grande, della storia, ha mostrato di avere un’emotività più spinta del suo avversario. Agli Us Open del 2010 e del 2011, infatti, per due anni consecutivi in semifinale, il serbo ha annullato due match point al quinto set contro lo svizzero. Nel primo caso, con Nole al servizio, sul 4-5 e nel secondo caso, come successo a Wimbledon, con Roger in battuta, sul 5-3.

I due match point annullati da Djokovic nel 2010 a New York

I due match point annullati da Djokovic nel 2011 a New York

Share.

Leave A Reply